Utente 691XXX
illustri medici
da circa 9 anni sono affetto da ipocinesia del ventricolo sinistro.Monitorato in questi anni attraverso coronarografia con esito negativo e ecocardiogrammi 2 volte l'anno e trattata farmacologicamente con: congescor 1,25; triatec htc 5+25; cardioaspirin e Amodiplina 5. Il quadro generale del cuore è rimasto pressochè invariato con lieve/modesta dilatazione del VS sia pure con persistente ipocinesia dello stesso con valori di FE tra il 40 ed il 45 %La patologia posso dire essere stata asintomatica sino all'estate scorsa, quando trovandomi in località a circa 1.000 mt. d'altitudine, al termine di un rapporto sessuale, ho accusato per la prima volta in vita mia un episodio dispnoico davvero molto angosciante.L'episodio si è poi ripresentato a distanza di qualche ora pur senza alcun impegno fisico e poi un'altra volta ancora durante la notte.Gli episodi hanno avuto la durata di circa 30 min. ciascuno. Recatomi al mattino successivo al Pronto Soccorso dell'ospedale sono stato trattenuto per circa una settimana in quanto riscontrati valori alterati della troponina (150 pg/mL). Durante la degenza sono stato sottoposto a coronarografia con esito negativo e trattato con diuretici,triatec,congescor,cardioaspirina. Ho approfondito la patologia sottoponendomi ad un ECG Holter 24h del quale trascrivo il commento: "ritmo sinusale FC media 72 bpm.Frequentissime extrasistoli ventricolari isolate,in coppia e runs di max 20 battiti.Fasi di BBsin verosimilmente frequenza dipendente.Frequenti extrasistoli sopraventricolari isolate.Non pause patologiche.Non modificazioni significative del tratto ST-T rispetto all'ecg di base. Non sintomi in diario" Aggiungo che in quanto appassionato di ciclismo dilettantistico, l'holter è stato registrato facendo circa 30 km in bici senza particolari valori altimetrici ma comunque con un certo impegno cardiorespiratorio senza accusare i sintomi dispnoici di cui sopra. Ho in seguito tentato di effettuare una risonanza cardiaca con e senza contrasto, ma a causa delle numerose extrasistoli l'esame è stato interrotto.Questa mattina eseguito un eco cardiaco del quale trascrivo il solo commento e la terapia suggerita: Dilatazione del VS con aspetto ipertrabecolato della regione apicale e apico-laterale;ipocinesia infero-laterale;disfunzione sistolica moderata,funzione diastolica con pressioni di riempimento ai limiti della norma.FE 38%.Insufficienza mitralica di grado lieve-moderato.Minima IA e IT.PAPs ai limiti massimi della norma.Normali le camere atriali.VD di normali dimensioni e con normale funzione.VCI ipocollassabile. ECG:ritmo sinusale 65/min Frequenti BEV isolati o in coppia EAS. Terapia: Triatec 2.5 1c mattino e sera;Lasix25 1c al dì;Cordarone200 1c al dì;Dilatrend25 1/2 c mattino e sera;Luvion50 1c pomeridiana. Gradirei conoscere un Vostro parere sulla patologia di cui sono affetto,la congruità della terapia e i margini di possibile miglioramento.E'consigliabile defibrillatore o il trapianto?Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
ritengo che la terapia sia quella giusta....occorrerà ovviamente verificarne l'efficacia soprattutto per quel che riguarda le tachicardie ventricolari non sostenute. Se il Cordarone riuscirà a sopprimerle (un Holter di controllo può dare qualche informazione al riguardo) direi che può continuare così, poichè al momento non c'è indicazione all'impianto di un ICD (se prò la frazione d'eiezione non scenda drasticamente nel tempo). Il trapianto non è nemmeno pensabile. Le suggerisco di non fare attività sportiva con la bicicletta. Si limiti a lunghe passeggiate, magari a passo svelto, m a eviti gli sforzi che ha descritto.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 691XXX

Iscritto dal 2008
Molte grazie Dr.Rillo per il suo qualificato parere e i preziosi consigli che cercherò di seguire alla lettera,sebbene rinunciare alla bici sia per me rinunciare a qualcosa di molto importante.Spero io non debba rinunciare anche all'attività sessuale visto l'episodio dispnoico occorsomi e sempre ammesso che i farmaci che assumo non facciano decadere la...."frazione d'erezione". Lei che mi può dire al riguardo, volendo io apparire ironico con la mia battuta allusiva alla FE di ben altra importanza? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Per il momento più della terapia farmacologica per "non far decadere la frazione d'eiezione" non può fare.....Per l'attività sessuale ovviamente non va proibita, semplicemente eviti gli eccessi fisici....
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 691XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora Dr.Rillo