Utente 333XXX
Gentili dottori,

Vi scrivo per avere, se possibile nei limiti del consulto online, un vostro parere sulla situazione di mio padre, che ha avuto da parte dei medici che l'hanno visitato pareri non del tutto unanimi.

Riporto un riassunto dell'ultima visita effettuata.

Età 68. Peso 74 Kg. Altezza 170 cm.
Motivo della visita: Lieve dilatazione dell'aorta ascendente con insufficienza aortica media.
Fattori di rischio cardiovascolari: nessuno.
Antecedenti di rilievo: OSAS in CPAP; ipertrofia prostatica benigna; insufficienza venosa (stripping safena).

Sintomatologia Attuale: dispenea per sforzi moderati
Esame obiettivo: soffio sistolico sul focolaio mitro-aortico; Addome nella norma; Non edemi declivi. Non soffi carotidei.

Paziente di anni 68 senza fattori di rischio cardiovascolari e senza antecedenti di rilievo.
Assenza di sintomatologia clinica. Un esame cardiovascolare ha diagnosticato nel 2009 una cardiopatia valvolare (insufficienza aortica) con lieve dilatazione dell'aorta ascendente e del ventricolo sinistro. Al controllo odierno ottime condizioni generali, assenza di segni di insufficienza cardiaca ed esame obbiettivo nei limiti a parte un soffio diastolico sul focolaio aortico 3/6. All'ecocardiogramma cuore rimodellato per volumi,leggermente ipertrofico con una funzione contrattile conservata senza anomalie regionali. La valvola aortica appare tricuspide fibro-calcifica con insufficienza di grado medio-grave. Cuore destro normale con un'insufficienza tricuspidale trascurabile. Valvola mitralica con insufficienza lieve. Aorta ascendente sopragiunzionale dilatata (max 45 mm).


Riporto, inoltre, i risultati dell'esame TC.

ANGIO-TC TORACE con m .di c .
L'esame TC,eseguito con tomografo 128 multislice ultralow-dose e successive ricostruzioni sul piano sagittale, coronale e 3D Volume rendering, Colore MlP, ha mostrato condizione angiosclerotica diffusa, con placche ateromasiche calcifiche, dell'aorta toracica con ectasia del tratto ascendente,che riduce gradualmente il calibro a livello dell'arco e del tratto discendente.
Non segni di dissecazione in atto.
Misure:
diametro aorta ascendente circa 42.6 x 37.6 mm;
diametro primo tratto arco aortico circa 39 mm;
diametro secondo tratto arco aortico circa 32 mm;
diametro aorta discendente circa 30 mm.


Quello che vorrei è sapere, secondo voi, se c'è la necessità di un intervento chirurgico nel breve tempo oppure se basta che mio padre si tenga sotto controllo seguendo uno stile di vita consono alla sua situazione.

Cordiali Saluti.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Casabona
20% attività
4% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, se , come mi sembra di capire, suo padre è asintomatico, il cuore non è particolarmente dilatato (all'ecocardiogramma il diametro telediastolico non deve, secondo linee guida, superare i 65 mm), considerando che l'aorta ascendente è di 45 mm (lontana dai 50-55 mm poste dalle linee guida come limite per l'indicazione chirurgica) suo padre non ha attualmente alcuna indicazione chirurgica.
Per porre indicazione in caso di insufficienza aortica importante, bisogna o che compaia una sintomatologia soggettiva cardiaca (mancanza di fiato), o una riduzione importante della FE (contrazione cardiaca) sotto il 50%, od un incremento dell'aorta ascendente superiore a 4 mm anno od un'aorta ascendente oltre i 50 mm.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille Dr. Casabona!