Utente 394XXX
Salve.

Mi chiamo Luca ho 25 anni e da tempo soffro di Dermatite seborroica nella famosa zona T del volto.
Questo disturbo mi è stato diagnosticato alcuni anni fa, la problematica più difficile da trattare è il rossore perenne che si presenta sul viso.

Ho provato vari prodotti per migliorare questa condizione, fino ad oggi però l'unico efficace è stato un farmaco basato sul diflucortolone valerato, che comunque
presenta dei limiti, non solo perché ha un effetto comunque temporaneo ma anche perché la sua posologia è abbastanza limitante.

Avendo visto che alcuni anni fa (circa 5) le "armi" per combattere la dermatite seborroica erano poche e soprattutto di efficacia temporanea, volevo chiedervi se sono state introdotte nuove cure, e quali consigli potete darmi per il rossore di cui soffro.

Grazie, Luca.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si esistono e spaziano anche attorno ai nuovi immunomodulatori topici. Ne parli con il dermatologo.
Cari saluti
Dr Laino
[#2] dopo  
Utente 394XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta!

Ho ancora due domande, la prima è proprio a proposito dei nuovi immunomodulatori,
quanto sono risultati efficaci e che benefici\problemi possono causare?

Per ultimo, pochi giorni fa leggendo un articolo(http://bari.ilquotidianoitaliano.it/blog/salu-blog/2015/01/news/stai-calmo-senno-ti-viene-la-dermatite-seborroica-68589.html/) sono venuto a conoscenza dell'utilizzo dei raggi ultravioletti:
"Il trattamento con Raggi Ultravioletti, ed in particolare gli UV-B a banda stretta, stanno dando ottimi risultati."

Quindi le volevo chiedere, se l'utilizzo del raggi ultravioletti costituisce ralmente di un valido trattamento per la dermatite seborroica.

Grazie,
Luca.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non mi sembrano idonei per la dermatite seborroica ma solo per patologie più serie (sono raggi ionizzanti)

Per il resto deve chiarire tutto con il dermatologo che la visiterà: non tutte le ds si curano allo stesso modo.

Cari saluti

Dr Laino