Utente 290XXX
Buongiorno sabato 17 mentre guidavo in auto alle 11 del mattino d'improvviso mi sono sentito la testa a viole, (tipo svenimento) il cuore batteva all'impazzata, mi sono fermato sul ciglio della strada e dopo circa 1 minuto tutto è passato ma mi ha lasciato un po' la testa rimbambita... per tutto il giorno.

domenica 25 di sera ero ad expo.. dopo una piccola cosa con salita ma leggera senza affanno perché lenta ho avuto lo stesso attacca alle 20,00 durato 30 secondi... dopo circa un minuto quando il primo attacco era passato un altro attacco un po' più breve (stessi sintomi)

sono tornato a casa, e da allora mi sento rimbambito... con sbandamenti relativi, e che aumentano da seduto.. se mi alzo in piedi idem da sdraiato... e che diminuiscono camminando...

sono stato da un cardiologo ieri e con Elettro cardiogramma è regolare ma sospetta una fibrillazione atriale, mi ha prescritto holter, ecocardio, esami sangue, tiroide,

premesso che circa 10 anni fa ebbi un episodio di sbandamento (nel senso che avevo gli stessi sintomi alla testa di "rimbambimento" che durano per circa 2/3 settimane (am senza coinvolgimento del cuore) e che indagai con una angiotac e scoprirono una ipoplasia congenita ad una vena del cervello.. o arteria... ma che si risolsero da soli...

ora la situazione è fumatore 40 die
bevitore circa 1500 cc al giorno di birra a 9 gravi... oppure in alternativa 150/200 cc di super alcolici (sempre la sera)
peso 108 kg. ed alimentazione totalmente sballata... (questa è la realtà

sono iperteso da 10 anno e fino a ieri prendevo losaprex 100 con pressione 145 95 in trattamento..

da ieri mi sono messo a stecchetto, dieta ipocalorica, niente alcol, e sono a 10 sigarette die... le pastiglie che prendo sono lobivon 5 mg mattina loretana 50 alle 18 e cardioaspirina la sera...

a prescindere il tutto ora mi curerò... mi domando se è il caso di chiedere un ricovero per fare le verifiche del caso, oppure posso "star tranquillo così) e mi domando se sto senso di rimbambimento possa essere associato ad una ischemia latente..

non so sono preoccupato non avevo mai avuto questo tipo di attacchi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Avrebbe dovuto preoccuparsi prima, quando tutti i fattori di rischio cardiovascolare che ha menzionato dovevano e potevano esser eliminati o sostanzialmente modificati...ora, caro signore, sicuramente fà bene a fare le cose che riporta, ma non basta...smetta completamente di fumare IMMEDIATAMENTE e segua i consigli del suo cardiologo. Altro non può fare, ne noi da lontano possiamo fare di più.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
grazie Dottore, amara consolazione, ma è così.

oggi sono "solo alla II sigaretta" proverò ad arrivare al 6 al massimo entro sera...

poi nel caso arrivi la mia ora... pazienza, me ne vado in Pace, alla fine ce la sto mettendo tutta, ma se deve tornare sta fibrillazione e nonni può fare niente...
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Intanto c'è solo un sospetto a riguardo, la diagnosi non è ancora stata fatta. Quindi non si fasci la testa prima di rompersela. Se il sospetto viene confermato ne riparliamo.
Saluti