Utente 837XXX
Egregio dottore, buona giornata.

Le scrivo da parte di mia madre, una signora di 73 anni, magra, alta, non beve e non fuma.

Ogni tanto, circa una o due volte al mese, le si gonfiano all'improvviso le vene delle mani, senza pressione, cioè non sente il senso di gonfiore che si crea quando per esempio si pone la mano verso il basso o si stringe il braccio.

E' un gonfiore visivo associato a un leggero dolore.
L'ultimo evento è successo per l'appunto ieri sera, tanto che si è spaventata.

Ho fatto delle ricerche via internet, ma naturalmente come Lei sa bene, è tutto molto frastagliato.

Premetto che mia madre prende un farmaco per il cuore, ha un leggero prolasso alla valvola mitrale, ma nulla di che, tutto sotto controllo, prende una pillola al mese per l'osteoporosi, ma sopratutto soffre molto di dolori artrosici.

Certe volte le tocca alzarsi dal letto dal dolore. Cammina molto, moltissimo sotto consiglio del dottore, ma non prende nulla per alleviare il dolore o curare l'artrosi, un pò di cortisone ogni tanto, ma nulla di più.
E' un pò allergica ai medici.

Vorrei gentilmente capire da cosa possono dipendere questi eventi, se di tratta di qualcosa di temporaneo, dovuto all'artrosi o può dipendere da qualcosa di più grave.

La ringrazio cortesemente e le auguro buona giornata!
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
la possibilità che vene superficiali delle estremità possano rendersi più evidenti è evenienza relativamente frequente soprattutto nei soggetti magri e in particolari condizioni (calore, prolungata assunzione di determinate posizioni, assunzione di farmaci, ecc.).
Sottoponga in ogni caso la cosa aal'osservazione del Medico curante.