Utente 384XXX
Buonasera dottori.
Arrivo subito al punto.
Sabato sera mi venne un fortissimo mal di denti al dente devitalizzato, così resto finché non mi spunta un ascesso, lunedì.
Vado dal dottore lo stesso giorno, mi da l'amoxicillina, un volta al mattino e una la sera, fin qui tutto bene, più o meno, di febbre e dolori non ne avevo.
Martedì inizia a farmi male la testa, mi provo la febbre ed avevo 37.5, non ci faccio molto caso e amen, vado a avanti pensando che potesse essere l'ascesso.
Quindi mercoledì, ieri, vado dal dentista a piedi poiché non mi fidavo ad usare l'auto perché mi sentivo molto intontito. Una volta tornato a casa avevo un dolore fortissimo ai polmoni/schiena, dolore alla tonsilla sinistra (specie quando deglutisco, mi prende persino l'orecchio), mal di testa e dolore al collo. Provo la febbre ed avevo 38.5.
Verso il pomeriggio mi scende a 37.5 e la sera, prima di addormentarmi mi sale a 39.
Stanotte riesco a sudare molto e la febbre, appena sveglio è a 36,3.
Oggi pomeriggio si stabilizza a 37.2.
Poco dopo inizio a tremare dal freddo, finito di tremare provo ed ho di nuovo 38.3 con tutti i dolori elencati in precedenza tranne che il mal di testa è poco più leggero.
Sto ancora prendendo l'antibiotico, sono al terzo giorno su sei, quando andai dal medico curante non avevo ne febbre ne altro, solo il mal di denti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
I sintomi che descrive sono tipici di una sindrome simil-influenzale, sostenuta dalla pletora di virus che circolano in questo periodo.
È ovvio che si tratta di una ipotesi diagnostica e che per una diagnosi esatta e una opportuna terapia deve consultate il Curante.
Se la forma e' virale l'antibiotico è inutile se non vi sono sovrapposizioni batteriche, anche se lei il focolaio ascessuale in bocca lo ha e non è certo di origine virale.
L'Amoxicillina senza la protezione dell'acido clavulanico ormai è una lancia spuntata: inoltre la sua farmacocinetica ne impone l'assunzione ogni 8 ore.
Saluti cordiali,
Caldarola.