Utente 371XXX
Cari Dottori,

secondo le vostre esperienze/statistiche, una coppia "sterile" da alcuni anni, relativamente giovane (32 e 30 anni) con problemi riscontrati solamente nell'uomo, causa varicocele sx 3° grado rimosso tramite scleroembolizzazione, può sperare di procreare naturalmente (ovviamente se dopo l'intervento si ha un miglioramento del liquido seminale, nel mio caso specifico relativo a motilità e forme normali) oppure statisticamente ci si deve quasi sempre rivolgere ad un centro di PMA?

Grazie anticipatamente della cortese risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la presenza di un variacele,non necessariamente prevede che il potenziale di fertilità di un maschio sia compromessa.Analogamente,la correzione del varicocele,non garantisce il ripristino dei valori normali del quadro seminale.A questo punto,solo l'esperienza dello specialista può essere decisiva per raggiungere il risultato agognato.Cordialità.