Utente 394XXX
Salve
Nel mese di luglio ho subito una distorsione alla caviglia destra a cui ho dato poco peso nonostante il dolore e gonfiore riuscendo dopo una settimana a camminare normalmente, dopo qualche settimana ho ripreso l'attività fisica ma dopo l'allenamento ho risentito un forte dolore e marcato gonfiore in un punto preciso dell'astragalo subito sotto il malleolo interno ed esterno, dolore che persiste per settimane. Ho deciso quindi di seguire un periodo di completo riposo fino a settembre. Una volta ricominciato gli allenamenti a metà settembre il dolore è rimasto completamente inalterato e con le stesse modalità, anzi giocando ho ripreso una distorsione. Ho quindi prenotato privatamente una risonanaza magnetica con il seguente referto:

Conservato il segnale dei legamenti talo calcaneale e cervicale del seno del tarso con minima reazione liquida periferica senza interruzioni della continuità fibrosa.
Marcato incremento di segnale e disomogeneità strutturale del legamento perineo calcinare per sofferenza e distacchi parcellari al terzo medio con reazione liquida periferica.
Modesta sofferenza con reazione liquida del legamento peroneo astragalico anteriore, sostanzialmente nella norma il legamento peroneo astragalico posteriore.Non si apprezzano lesioni traumatiche a carico dei tendini anteriori, mediali e laterali. Modico versamento nel recesso tizio astragalico anteriore.Minimo edema della spongiosa ossea dell'epifisi tibiale per sofferenza ossea post traumatica.
Conservate le cartilagini articolari di rivestimento.

Vorrei capire in parole povere cosa evidenzia la risonanza e se nel caso debba intraprendere qualche tipo di cura e a quale figura devo rivolgermi? ho fatto delle sedute di tecarterapia ma non mi hanno dato l'effetto desiderato il dolore e il gonfiore persiste dopo ormai quasi 4 mesi
Grazie in anticipo per la risposta
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Verduci
24% attività
4% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Salve,
sulla base di quanto da lei riportato, la sua caviglia ha ancora i "segni" di un'importante trauma (si veda la sofferenza ossea post-traumatica della spongiosa ossea), che ha coinvolto il compartimento legamentoso laterale.
Consideri che su tre legamenti, la RM evidenzia una sofferenza del peroneo-astragalico anteriore e una lesione vera e propria del peroneo-calcaneare.

Le consiglio, qualora non l'avesse ancora fatto, di sospendere l'attività sportiva per circa tre settimane, durante le quali deambulerà con l'ausilio di due bastoni canadesi, così da gravare un carico minimo sulla caviglia infortunata (carico sfiorante).

La TECAR è un buon trattamento, ma tenga conto che se si effettuano solo 3-4 sedute spesso non sono sufficienti a ottenere un miglioramento della sintomatologia, quindi qualora non avesse effettuato un numero sufficiente di sedute, le suggerirei di proseguire il ciclo.

Contemporaneamente, sarebbe utile l'assunzione di un'integratore per patologie legamentose (ce ne sono diversi in commercio).

Effettuate queste tre settimane di minor carico sull'articolazione, proceda con una fisioterapia che miri a rinforzare i muscoli peronieri e migliori la propriocezione mediante esercizi su apposite tavolette.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 394XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille Dottore!
Allora le spiego un po’ piu in dettaglio la mia situazione… ormai è un mese che mi sono fermato con l’attività sportiva nel mentre oltre ad aver effettuato la risonanza il fisioterapista mi ha consigliato dieci tecar che ho puntualmente fatto… il suo consiglio è restare comunque ancora fermo tre settimane con l’aiuto delle stampelle? Faccia conto che camminare riesco tranquillamente però la caviglia è ancora troppo “bloccata”! secondo lei un trattamento osteopatico potrebbe risolvere i miei problemi? La ringrazio ancora per la cortesia!