Utente 394XXX
Salve a tutti i Dottori che leggeranno. Vi scrivo per un dubbio che mi ha assalito, riguardo alla possibilità di aver contratto il virus Hiv. Sono un ragazzo di 27 anni, premetto che ho un rapporto stabile da anni e da poco ho deciso di convivere con la mia ragazza. Purtroppo sono caduto in tentazione di tradire, con un'altra donna molto più grande di me conosciuta su un social network. La scorsa settimana ho avuto un rapporto sessuale con quest'ultima di tipo esclusivamente vaginale protetto con uso di profilattico dall'inizio alla fine e atti di masturbazione reciproca. Il giorno dopo ho avuto degli sfoghi sulla parte del basso addome dove iniziano i peli pubici. Gli sfoghi sono dei brufoletti, dopo una prima idea che fossero dovuti allo "sfregamento" mi ha assalito la paura di un eventuale contagio. Ho scambiato inoltre dei baci in bocca ed ho notato che la dentatura di lei non era molto in salute. Così come ho notato che anche fisicamente aveva le gambe troppo magre e questo mi ha fatto venire molti dubbi. Lei mi ha assicurato di essere assolutamente in salute ma di certo non posso basarmi sulle sue parole seppur dette in buona fede. Detto questo il giorno dopo oltre i brufoletti ho avuto un rigonfiamento del palato e un brufolo simile ad un herpes sotto al naso e sensazione di febbre e stanchezza. Ho avuto dolori muscolari e sensazione di gonfiore nella zona del collo dietro alle orecchie. Ho paura di essermi sfregato con le mani magari cosparse di liquido vaginale le labbra o il naso o di aver toccato il pene mentre toglievo il profilattico. Inoltre dopo l'eiaculazione ho estratto il pene dopo una decina di secondi stando attento a tenere il profilattico ben fermo alla base del pene. Siccome ho letto che c'è la possibilità che dello sperma possa fuoriuscire se il pene non è perfettamente eretto sono andato nel panico. Ho paura di aver contratto l'HIV e di poterlo trasmettere alla mia ragazza. Sto vivendo in maniera ansiosa questa situazione e chiedo aiuto a voi su come devo comportarmi per la salvaguardia della mia salute ma soprattutto della salute delle persone che mi sta accanto. Vi ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Guardi dalla sua lunga e particolareggiata descrizione si evince un rischio prossimo allo zero per HIV.
L'eventuale sversamento di sperma non mette a rischio Lei ma la sua partner occasionale.
La masturbazione reciproca non è considerata a rischio per HIV.
Tuttavia l'HIV è solo una delle MST teoricamente trasmissibili.
Pertanto le consiglio un consulto reale presso un centro per le MST, dove esporre tutti i suoi dubbi, ed effettuare gli opportuni controlli in maniera anonima e gratuita.
Ovviamente a tutela della salute della sua partner sarebbe opportuna l'astensione dai rapporti sessuali: in subordine l'uso CORRETTO e accorto del profilattico.
Arrivederci,
Caldarola.