Utente 144XXX
G.li, ho subito un impianto al 16 dente sabato sera, oggi e' il terzo giorno che ce l ho e da ieri ho dei dolori molto e molto acuti, sono stata oggi dal dentista che mi ha fatto una lastrina e secondo lui ho una sinusite di origine dentale. Il mio dolore pero' mi sembra molto localizzato li dove e' staro fatto l impianto. Sono comunque sotto cura antibiotica con amoxicillina 1g, 1 campsula ogni 12 ore e al bisogno prendo l antidolorifico brufen 600 o synflex 550. Ma il dolore cessa per poco e poi ricomincia. Sono un po preoccupata, a me nn sembra di aver sintomi da sinusite anche perché prima Dell impianto stavo benissimo.ecco, vorrei qualche consiglio. Vi ringrazio!
[#1] dopo  
Dr. Jacopo Cioni
20% attività
0% attualità
0% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2001
Salve

Sarebbe interessante osservare una lastra post intervento per valutare la distanza dell'impianto dal seno mascellare e sapere se è stato eseguito un piccolo rialzo del seno.

Se il suo dentista ha già effettuato questi controlli e non ha riscontrato niente di particolare può essere una concomitanza di eventi, si faccia comunque ricontrollare per sicurezza.
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta!
Ma se cosi fosse: questo rialzo e' un problema o col tempo si sistema?
Potrebbe crearmi dei problemi in un futuro?
Comunque ho fissato un controllo a giorni.
La ringrazio ancora!
[#3] dopo  
Dr. Mirco Di Biase
36% attività
12% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Il mini rialzo del seno mascellare viene pianificato prima di inserire l'impianto e consiste nell' elevazione della membrana che riveste il seno mascellare (membrana di Schneider) nei casi in cui l'osso mascellare si presenta atrofico (ridotto tridimensionalmente e vicino alla membrana). Senza questo intervento l' impianto verrebbe a collocarsi entro la cavità del seno provocando eventi flogistici tra cui le sinusiti.
La sintomatologia che descrive potrebbe essere provocata dall' intervento cui è stata sottoposta poichè il decorso post-operatorio può, a seconda del trauma subito, provocare dolorabilità di intensità variabile. Pertanto le consiglio di seguire la terapia che le è stata prescritta, fino al termine e successivamente, se non vi fossero miglioramenti rivalutare il caso eventualmente con esami clinici e radiologici. Cordiali saluti.