Utente 295XXX
Salve,
sono un ragazzo di 23 anni. E' da qualche mese che noto un importante perdita di capelli e dolore al cuoio capelluto (simile ad un ipersensibilità al tatto). Il dolore non è costante, si presenta solo al tatto, tipo pettinando i capelli oppure se tira vento, e dura per un po di tempo provocandomi raramente anche mal di testa.
Oltre a questi sintomi ho avuto anche del prurito nella zona laterale (non in alto per intenderci) e il mio medico mi ha prescritto lo shampo Nizoral che ho usato per 3-4 volte e ha fatto passare quasi completamente il prurito (direi al 90%).
Ieri ho fatto una visita dermatologica dove mi è stato detto di avere i primi effetti di alopecia androgena (se non ho capito male), però il dermatologo non mi ha saputo spiegare la causa del dolore (ha ipotizzato lo stress, che effettivamente ne ho da vendere). Mi ha prescritto la lozione Aloxidil 2% da fare 2 volte al giorno 4 mesi si e 1 no. In questo modo mi ha detto che favorendo l'afflusso di sangue alla cute dovrebbe migliorare la situazione della caduta e probabilmente anche il dolore.

Ho iniziato subito ieri sera la cura, ma ho intenzione di tornare dal mio medico curante per avere anche il suo parere riguardo questo medicinale.

Qualcuno saprebbe dirmi se effettivamente questa lozione può risolvere il mio problema? Avete mai avuto casi del genere?
Inoltre non ho potuto fare a meno di notare dal foglio illustrativo che questo Aloxidil è un insieme di effetti indesiderati, collaterali e reazioni non precisamente confermate. Devo preoccuparmi? Ho letto di manifestazioni cancerogene ai genitali sulle cavie da laboratorio (cito sempre il foglio illustrativo).

PS: quando avevo circa 15 anni ho avuto un problema simile (dolore al cuoio capelluto, prurito e forfora con arrossamenti al perineo). Un dermatologo mi disse che avevo carenze di zinco e con il Nizoral shampo e integratori di zinco ho risolto il problema.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
ovviamente con la visita si potrebbe essere più precisi , ma in via telematica posso comunque osservare che la tricodinia è un sintomo che non si include nella alopecia androgenetica , legata ad un defluvium telogenico con miniaturizzazione follicolare.
Piu spesso legata a forme di effluvium , è presente anche in stati infiammatori peripilari.Invece la forforazione , il prurito e il criterio ex adiuvantibus offerti dalla precedente somministazione di chetoconazolo (Nizoral) spingerebbero verso una dermatite seborroica.
Certamente anche carenze di oligoelementi possono dare quadri simili , e il discorso comprende lo zinco (basta fare un esame ematochimico).
allo stesso modo suppongo che l'obiettività riscontrata dal collega avesse un suo perchè , e quindi aggiungo un possibile quadro di alopecia androgenetica, che unita agli altri fattori e cofattori....peggiora il quadro generale.
Tutto va indagato , corretto , e controllato.
Cordialità