Utente 394XXX
Ho problemi a mantenere l'erezione durante il rapporto, sebbene l'eccitazione sia presente. L'andrologo dopo un consulto mi ha prima suggerito di provare degli integratori che han avuto poco effetto, quindi il viagra. Ho cosi assunto una dose iniziale da 50mg per testarne l'efficacia e i possibili effetti collaterali non notando nessuno degli effetti negativi indicati nel foglietto.
Fino a qui sembrava tutto funzionasse, ma nel uso reale ho trovato questo medicinale alquanto difficile, se preso a stomaco vuoto ha effetto dopo un ora, ma a stomaco pieno effetto si riduce e ci mette due ore. Quindi in una situzione normale in cui si esce a cena con la moglie si è sicuri di aver meno effetto, se poi trovi traffico o tardi arrivi a casa che è finito tutto.
E cosa fare se dopo aver assunto la pastiglia la serata si conclude andando a dormire e la propria consorte decide di voler attenzioni al mattino.
Posso riprendere 50mg il mattino o bisogna aspettare 24 ore tra una assunzione e altra? lo chiedo perchè so che ci son anche dosaggi da 100mg. Quale potrebbe essere una alternativa, il cialis? ha lo stesso effetto e contro indicazioni?
Dovrebbero migliorare la vita di coppia, ma se poi uno deve star con il cronometro ed un foglio excel per coordinare le interazioni con la moglie i vantaggi vengon meno.

Cambiando discorso, ho letto un recente intervento su un paziente che aveva abbondanti perdite di liquido pre seminale. Mi capita nei preliminari e fasi di eccitazione di perdere liquido preseminale trasparente, mi è sempre successo, ma ho letto che si consiglia una esame medico? Me lo conferma? credevo fosse normale.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutte le questioni "terapeutiche" e pure il problema clinico ultimo, da lei posto, vanno sempre discussi in diretta con il suo andrologo di riferimento; da questa postazione poco possiamo dirle.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Un cordiale saluto.