Utente 203XXX
Egregio Dottore,
Le vorrei sottoporre i 3 referti degli esami eseguiti sulla mia spalla destra e poi la conclusione dell'ortopedico:
RX: non alterazioni ossee strutturali bilateralmente.
Non calcificazioni dei tessuti molli peri-articolari.

Ecografia: non mostra alterazioni da lesioni a tutto spessore a carico dei tendini della cuffia dei rotatori.
Note degenerative di lieve entità in particolare al sovraspinato che presenta dolorabilità alla compressione come per fenomeni flogistici.
Non distensione fluida della parete della borsa SAD.

RMN: modesti danni artrosici interessano l'articolazione acromio claveare senza significative alterazioni della capsula articolare. Lo spazio subacromiale si presenta ridotto con risalita della testa omerale ed iniziale distensione della borsa sotto-acromiale. Minima falda fluida intra-articolare a livello scapolo omerale. Fenomeni degenerativi interessano il versante anteriore del tendine sovra-spinato con entesi sottile e sfibrata ed edema della giunzione muscolo tendinea. Ancora conservato il trofismo muscolare. Nei limiti il tendine ed il relativo ventre muscolare infra-spinato. Note di tenovaginalite del tendine del capo lungo del bicipite omerale. Nei limiti il tendine sotto-scapolare.

La diagnosi dell'ortopedico :
Lesione cuffia con test positivi per sovraspinato e sottoscapolare.
Rottura atraumatica COMPLETA della cuffia dei rotatori. Si consiglia intervento chirurgico di riparazione artroscopica.

Ora le Chiedo, secondo Lei: perché dice che la rottura della cuffia è completa ? E l'intervento è necessario ? Oppure si potrebbe cercare prima di risolvere con infiltrazioni di cortisone/acido ialuronico ( oppure solo acido ialuronico ) e esercizi di fisioterapia per correggere e rinforzare la cuffia ?

Grazie e tanti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La diagnosi che pone uno specialista (Chirurgo della Spalla in questo caso) è sempre subordinata ad una valutazione completa di tutti i dati: strumentali (RX, TC, RM, ecc.) e clinici (visita con esecuzione di test specifici).
Solo in questo modo è possibile stabilire una diagnosi precisa che è il risultato della summa di tutti dati in possesso del medico.
Detto questo, comprenderà che a noi consulenti on line manca un dato essenziale: la visita clinica.
Sulla scorta di quanto ci scrive potrebbe (... e dico potrebbe) esserci ancora una possibilità terapeutica prima dell'intervento chirurgico facendo delle infiltrazioni mirate con ac. ialuronico e cortisone.
Auguri