Utente 395XXX
Salve , sono una ragazza di 19 anni e sono molto preoccupata .
Quasi due mesi fa , a metà settembre , una sera , dopo aver mangiato ed essermi stesa sul letto come di solito facevo , ho iniziato q sentire dei dolori fortissimi che iniziavano dal braccio e mano a mano prendevano tutto il petto , come una pressione fortissima ma molto dolorosa , in più non riuscivo più a respirare bene , mi si bloccava L apertura della cassa toracica e non riusciamo quindi a fare respiri pieni , sono andata in panico e dopo al pronto soccorso . Al ps mi hanno fatto giusto un tracciato dove tutto era buono , la pressione e i battiti erano un poco alti ma si spiegavano che era stato il panico , mi hanno toccato tutta la zona del petto e L hanno diagnosticata come "mialgia", dovuta a non si sa cosa . Non hanno voluto approfondire e sono tornata a casa un po più serena , ma nulla è cambiato . Da lì la mia vita è stata stravolta , ho vissuto per quasi un mese con forti pressioni alle tempie , spesso mi si addormentavano zone della faccia e alcune volte queste pressioni erano talmente forti che scoppiano gravi emicranie , inizia ad aver paura di qualche malattia neurologica ma cercai di andare avanti sotto aiuto psicologico . Pochi giorni dopo andai da un cardiologo che mi fece ecografia al cuore, tiroide ed ecocoloreoppler , tutto bene , ma scopro questa brutta gastrite che curai con nexium 40mg per due settimane . Dopo di lì iniziai ad avere un grosso problema , il mio battito da quella metà di settembre era sempre accelerato ( sto sempre sui 90-100 ) e non potevo fare il minimo sforzo ( ad esempio , anche se alzavo una scatola un po più pesante o camminavo per due minuti il mio cuore impazziva e mi partiva una tachicardia forte ) , molte volte sentivo il cuore battere non veloce ma talmente forte da sbattermi in petto e nella schiena e sentivo delle oppressioni nella zona centrale dello sterno , partendo dal basso fino a metà petto . Iniziai a stare male ,a vivere con la paura di aritmie , tachicardie ventricolari o la fibrillazione ventricolare che più mi spaventa . Andai di nuovo al Ps di un altro ospedale dove mi fecero elettrocardiogramma , ecografia al cuore, stavo bene ma il battito era sempre forte e mi prescrissero di fare L holter ed ecg sotto sforzo . Ik mio medico mi dice di fare prima holter e poi ecg perché la prima poteva annullare di fare L altr se non uscivano ischemie . Faccio L holter dopo esce :
Minimo mbp (51) , Max (163) , media (91)
1 SVE , 5 ectopie sovraventricolari ( di cui una coppia) , nessuna bradicardia , nessuna pausa ,nessuna ectopia ventricolare,Sdnn 125 ed ho avuto un R-r più lungo . Il cardiologo mi ha proposto o dei betabloccanti oppure dei bagni di camomilla, mi ha rassicurato un po di non avere aritmie e di non dover fare un esame elettro fisiologico e che non c era niente . Io continuo a vivere però con tachicardia prima e dopo dormito , L holter è un esame attendibile ? Oppure ho preso un giorno in cui non ho avuto problemi ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
lei ha solo bisogno di un bravo psicoterapeuta, l'unico che può veramente esserle di aiuto. Noi cardiologi non possiamo fare nulla per lei. Per me non deve assumere betabloccanti per ridurre i battiti, ma curarne la causa che è la sua ansia patologica (e i probabili attacchi di panico).
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Dottore la ringrazio della risposta ,
Dallo psicoterapeuta ci sto già andando , ma i miei sintomi rimangono anche se non vado più in panico come prima . Le volevo chiedere :
Essendo lei come vedo specialista in aritmologia ed elettrofisiologia , saprebbe dirmi
Se rischio patologie del genere ? Dovrei fare altri esami ? Ci potrebbe essere stata un errore nel l'indagine ?
Io cerco di non pensarci , prima ho lavorato , sono andata a pranzo fuori un oretta con il mio compagno e dopo sono andata in giro per cercare di svagare ; ma appena ho fatto quella camminata un po più veloce o aver fatto due grandini ho iniziato a stare male . Un battito fortissimo ( ho misurato e stavo sui 98) è talmente pesante da farmi mancare l'aria ; mi sentivo come sbattere ovunque ( in petto , nella schiena ? Il seno , non riuscivo a prendere aria ) .
Secondo lei posso star tranquilla o devo pensare che il mio cuore abbia problemi di elettricità ?

Un ultima domanda : avendo avuto questa gastrite ( che non sono ancora riuscita s curare del tutto) da due mesi mangio davvero poco . Non bevo più caffeina s non fumo più da allora ( ho iniziato due anni fa ma non sono mai stata una fumatrice accanita , Massimo 5-6 sigarette al giorno e alternano a giorni in cui fumo ad altri no) .
Dovevo ... Mangiando così poco potrei aver avuto perdita di magnesio , potassio ecc che poteebbero essere la causa di tutta questa tachicardia ? Se si , dovrei preoccuparmi per le loro conseguenze ?

La ringrazio in anticipo
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei non ha problemi elettrici con il cuore...le ripeto che lei ha solo bisogno di cure psicologiche.
Saluti