Utente 373XXX
Salve dottori, premetto che ho sostenuto agli inizi di Giugno un operazione chirurgica per l'allungamento del frenulo che risultava essere corto.
Detto questo, ieri sera ho avuto per la prima volta un rapporto, solo che, come mi succede anche quando sono da solo, non riesco mai a mantenere l'erezione massima.
Succede che raggiungo davvero molto facilmente l'erezione massima, solo che poi arrivato il momento del rapporto vero e proprio, perdo subito l'erezione dopo i primi secondi del rapporto, e il pene mi rimane in uno stadio intermedio: sicuramente non come quando è a riposo, ma nemmeno rigido come dovrebbe essere per poter indossare un preservativo e avere un rapporto completo.

Premetto che, come si può leggere in descrizione, ho 20 anni, faccio regolare attività fisica e cerco di mangiare il più sano possibile.
So che sicuramente potrebbe contare parecchio l'aspetto psicologico, ma anche nei casi di eccitazione mentale acuta, non riesco a mantenere l'erezione a lungo, e anche nel momento in cui raggiungo l'orgasmo (per altre vie), noto che il membro non è in erezione completa, come lo è nei primi momenti in cui mi approccio al rapporto.

Volevo chiedervi in primis se questo sia materiale per un andrologo o per un urologo, e poi se, dato che purtroppo sono lontano dal mio stato, possano esserci dei rimedi "naturali" (come correzione di alcune abitudini, o alcuni "esercizi", o alcuni cibi) che possano aiutarmi in questo?

Vi ringrazio tantissimo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
dagli elementi che ci dà l'impressione (con i limiti del web!) e' quella di una causa psicologica. Per venire alla sua domanda, è "materiale" per un Andrologo, cui le consiglierei di rivolgersi, piuttosto che considerare rimedi "naturali".
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
D'accordo, la ringrazio innanzitutto per la disponibilità.

Quindi lei mi consiglia di rivolgermi in primo luogo da un andrologo per escludere eventuali cause fisiche e poi magari da uno psicologo per il lato psicologico?
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Si