Utente 341XXX
Buongiorno Dottori, sono una ragazza di 28 anni. Venerdi sera ho inziato ad avvertire fortissimi crampi nella zona dei genitali accompagnati da dolore nella parte bassa dell'addome, nella zona sotto l'ombelico. Dolore che di presentava sia come fitte che dolore alla palpazione soprattutto sul lato destro. Sentivo come un peso, come qualcosa che tirasse giu, che si presentava anche quando andavo ad urinarie. Sabato mattina, nonostante i crampi si fosse pacati ma il dolore no, ho deciso di andare al pronto soccorso per paura che potesse trattarsi di appendicite. Alla visita con tanto di palpazione il medico ha trovato una condizione normale. Le analisi di routine (no ves, no urine)erano perfettamente nella norma; così ha deciso di sottopormi ad ecografia pelvica. La ginecologa che ha effettuato l'ecografia ha riscontrato di anomalo: - falda fluida nel douglas di 28 mm -ovaio dx prolassato nel douglas. Per il resto tutto ok. La ginecologa ha detto che le possibili cause di ciò sono 3: 1. Gravidanza extra uterina che è stata esclusa con un test sulle beta hcg 2. Ovulazione 3. Infezione pelvica. Quindi mi ha consigliato di ripetere l'ecografia appena dopo il ciclo per avere una risposta. Io mi trovavo al 23' giorno del ciclo su una durata in generale di 30-32 gg ma in alcuni periodi dell'anno mi capita un ciclo più lungo di 35-37 gg.
Alla luce di ciò le mie domande sono: 1. Il dolore può essere compatibile con quanto riscontrato a livello ginecologico o è consigliabile fare altri accertamenti? 2. Ho letto che spesso l'ovaio prolassa sotto l'effetto di cisti e microcisti ma non è il mio caso e quindi quale potrebbe essere la causa? 3. Cosa indica la presenza di questa fascia fluida?
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1. in periodo ovulatorio il liquido follicolare proveniente dallo scoppio dello stesso follicolo (OVULAZIONE) si versa nello scavo pelvico procurando una lieve irritazione peritoneale , che giustifica la sintomatologia.
2.l'ovaio prolassato va documentato, e molto spesso causa dolori durante l'attività sessuale ed in particolari posizioni.
3. la "fascia fluida" è legata al liquido follicolare (vedi punto 1)
Io escluderei una infezione delle vie urinarie sottoponendosi ad URINOCOLTURA
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Dottore la ringrazio per la risposta.
Quindi conviene, come indicato dalla ginecologa in ps, effettuare una nuova ecografia dopo la mestruazione per capire se era effettivamente un fatto legato all'ovulazione o se invece, speriamo di no, possa trattarsi di annessite.
Il problema dell'ovaio prolassato non è invece collegato a questa situazione, giusto? Eppure dalla visita manuale effettuata meno di un mese fa al ginecologo sembrava tutto nella norma.
Lei si trova d'accordo o mi consoglia di fare altro?
La ringrazio nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ripeto al massimo consiglierei una urinocoltura con antibiogramma per escludere una infezione delle vie urinarie
[#4] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio.
Saluti.
[#5] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Dottore, mi perdoni se approfitto della sua disponibilità. Questa mattina ho avuto un indizio dell'arrivo imminente del ciclo. A questo punto mi chiedo: il quadro riscontrato dalla ginecologa sabato scorso non può riferirsi al processo ovulatorio in quanto dall'ovulazione al ciclo passano in media 11-16 giorni; Nel mio caso ne sono passati solo 6. E quindi è un quadro più favorevole ad un'infezione.
Mi auguro che mi aiuti a capire.
La ringrazio ancora.