Utente 247XXX
Gentili Dottori,
Sono un uomo di 39 anni e mezzo.
Da qualche annetto le mie prestazioni sessuali sono cominciate a calare.
All'età di circa 22 anni mi fu diagnosticato un varicocele di 2° grado chwe feci operare, anche per risparmiare un po' di servizio militare.
Circa 7 anni fa per dolori pubici mi diagnosticarono una prostatite cronica, diagnosi smentita dalla presenza di ernia bilaterale e da un varicocele di 3° grado. Mi sottoposi a nuovo intervento chirurgico e sono stato bene per 4/5 anni.
Da un paio di anni a questa parte il numero dei rapporti è sceso notevolmente. Prima riuscivo a raggiungere anche un paio di orgasmi al giorno ed in piena erezione, ora invece a stento un orgasmo ogni 2/3 giorni.
Ho problemi di gastrite e di reflusso, ma questa "disfunzione erettile" è cominciata da prima.
Mi alimento in modo sano, non mangio quasi mai fuori casa,faccio l'operaio e sto sempre in movimento.
A volte di notte mi accorgo di avere erezioni ed anche prolungate, mi si perdoni l'eventuale volgarità ma il pene risulta duro ed eretto, anche quando mi sveglio, poi durante il giorno non avverto nulla!
Non sono un Apollo, ma riesco ad avere quasi sempre una donna accanto.
Per ora sono single, vorrei risolvere questo problema.
Vi prego di aiutarmi sono molto preoccupato, Sono alla ricerca di un medico napoletano che abbia coscienza e che mi aiuti sul serio.
Grazie a tutti e buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la disfunzione erettiòe è causata da problemi psicogeni, arteriosi, prostaici, neurologici, o ormonali. Per cui serve consulto dal vivo: può consultare il nostro elenco o quellop della società italiana di andrologia.,