Utente 395XXX
Salve a tutti, mi sono procurato la frattura giocando a calcio venerdì sera.
Dopo il contrasto avevo le dita (indice e medio) incrociate tra di loro.
Arrivato al pronto soccorso (dopo radiografia) mi hanno diagnosticato la frattura spiroide del 2 metacarpale al 3 medio non significativamente scomposta.
Subito dopo mi è stato messo un gesso, che immobilizza il dito indice e medio della mia mano sinistra.
Adesso ho una visita fissata per giovedì (6g dopo incidente), dove mi faranno sapere se necessiterò di un operazione chirurgica.
volevo chiedervi qual'è la possibilità effettiva (in questi casi) di dover appunto fare l'intervento chirurgico, o se potevo espressamente richiederlo.
Sono un calciatore e non posso permettermi di stare fermo per 25 giorni più tutti gli altri per recuperare la mobilità della mano.
Ho visto che generalmente si opta per l'intervento chirurgico.
Grazie mille per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la frattura si consoliderà certamente.

Il dubbio che dovrà chiarire in sede di visita, quando però avrà un callo osseo sufficientemente solido, sarà l'eventuale presenza di rotazione assiale dei due frammenti ossei, che non si può valutare radiograficamente ma solo clinicamente (facendo flettere le dita a pugno): in questi casi, si può verificare una convergenza o una divergenza tra due dita adiacenti.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta, ma lei dunque non opterebbe per l'intervento chirurgico? nel caso dopo i 25 giorni di gesso quanto ci metterei a riprendere la perfetta mobilità della mano? dopo quanto posso riprendere a correre, e posso farlo con il gesso?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
L'intervento servirebbe solo in caso si verificasse la rotazione assiale.

Una volta esclusa questa e formatosi un discreto callo osseo, può tornare a fare tutto quello che faceva prima.