Utente 395XXX
Buongiorno. Sono una ragazza di 23 anni, e da qualche settimana vivo nel terrore Hiv.
Il 16 agosto ho avuto un rapporto non protetto con un uomo, l'eiaculazione è avvenuta fuori.
Ad oggi, dopo 3 mesi esatti, ho febbre (max 37,8) e dolore osseo, in più, di notte soprattutto, ho un'eccessiva salivazione con difficoltà a deglutire (nessun dolore, solo continuo senso di fastidio, ma soffro di sinusite e non so se le cose possono essere collegate)) . In più diverse fitte all'intestino e allo stomaco e una lieve patina bianca sulla lingua.. Premetto che quest'uomo è sposato e che ha un figlio di 2 anni. Sono 3 volte che prenoto il test ma non trovo mai il coraggio, sono terrorizzata, ho paura che, in caso di positività, io possa aver contagiato il mio attuale ragazzo. Inoltre un mese e mezzo fa più o meno ho avuto una ghiandola sotto l'ascella parecchio ingrossata, ma mia madre mi disse che anche a lei uscì e che probabilmente era colpa del deodorante. Ora che ci penso però può essere un sintomo da contagio Hiv? Vivo nel terrore mi sembra di avere tutti i sintomi.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

via tutte le inutili paure, è giunto il momento di sentire eventualmente il suo medico di fiducia e con lui finalmente fare tutte le valutazioni per escludere una possibile patologia infettiva sessualmente trasmessa.

Detto questo poi aggiungo che le sue paure mi sembrano un pò eccessive ma questo è un altro motivo per dirle che solo facendo i test lei potrà poi essere serena, tranquilla e soprattutto, se questi test sono negativi, senza paure inutili ed immotivate.

Un cordiale saluto.