Utente 395XXX
Buongiorno!! Sono una ragazza di vent'anni e da qualche hanno mi hanno diagnosticato un ectropion esteso. Per ora sto provando a curarlo con gli ovuli vaginali finderm forte beta a cicli ripetuti ogni mese. Ciononostante la situazione non sembra migliorare ed in particolare il mio sintomo principale consiste in perdite di sangue abbastanza importanti durante ogni rapporto sessuale, perdite ematiche che non mi consentono di vivere serenamente i miei rapporti intimi. La ginecologa mi ha consigliato la bruciatura, o meglio la diatermocoagulazione, ma su internet ho letto che la "piaghetta" può tornare anche a seguito del laser e quindi tornerebbe anche il problema. Lei mi conferma che nonostante la dtc, l'ectropion potrà riformarsi e torneranno di nuovo le solite fastidiose perdite ematiche durante i rapporti? In tal caso cosa posso fare per eliminare definitivamente il problema?
PS: Se questo la può aiutare, le dico anche che il mio ciclo è sempre molto irregolare, ed inoltre il primo giorno di mestruazioni ho dolori allucinanti accompagnati da vomito e dissenteria.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di procedere alla diatermocoagulazione della portio per l' ECTROPION , è importante eseguire una COLPOSCOPIA insieme ad un PAPtest .
E' fondamentale eseguire la DTC sotto guida colposcopica per evitare una cicatrizzazione che potrebbe portare ad una ridotta ferilità.
La valutazione colposcopica è importante per stabilire se i processi di guarigione (epitelizzazione) si sono avviati spontaneamente.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la sua risposta Dottore!! Il pap test comunque l'ho già effettuato ed è risultato negativo. Non pensavo che la dtc potesse ridurre la fertilità. Farò quindi la colposcopia! L'ectropion comunque una volta curato può ripresentarsi o esiste una cura definitiva?
Grazie mille!!!
Cordiali saluti!