Utente 395XXX
Da un mese a questa parte mentre fumo sento una pallina dura in fondo collo, a livello della carotide, non pulsante. Me ne sono accorta perché sentivo come se qualcosa mi "tirasse" (passatemi il termine) il lato di quel collo e come se arrivasse meno sangue al cervello. La sensazione durava solo fino a pochi minuti dopo aver fumato. Dopo poco la pallina smette persino di sentirsi, come se fosse stato un gonfiore passeggero. Ora, so che la risposta più ovvia sarebbe "smetti di fumare", ed infatti lo sto facendo perché inizio seriamente a preoccuparmi, ma vorrei sapere se è comunque qualcosa che potrebbe essere grave o se è "normale". Premetto che sono hna donatrice di sangue quindi non affetta da patologie importanti. Tuttavia da quando ero piccola ho una strana "q" che esce sull'elettrocardiogramma che secondo i medici non è nulla di importante e che ho dalla nascita e che ogni tanto sento come un battito più forte degli altri che secondo il mio medico curante è un'extrasistole benigna, per le quale non mi ha fatto fare controlli poiché non si presenta tutti i giorni. Non so se queste cose possono essere collegate col problema che ho, ma le elenco per sicurezza.
Specifico anche che sono una ragazza giovane.
Grazie in anticipo per il consulto, sono davvero preoccupata e ci tengo a capire cosa possa essere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile utente, non so darle una spiegazione della misteriosa "pallina" di cui lei parla, pero' potrebbe esserle utile farla vedere dal suo medico curante.
Certo e' che se lei fuma a 18 anni ha un enorme rischio di cancro, infarto, ictus e morte improvvisa.
Altro che...pallina...
Smetta oggi stesso.
Saluti

cecchini
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta tempestiva. Tuttavia conosco i rischi del fumo, ma ci tengo a sottolineare che non sono una fumatrice incallita e che ho richiesto questo consulto perché non sono sicura che sia stato il fumo a causare questa "pallina". Pensandoci bene più volte sono andata a fare delle visite per il mal di testa che compare da molti anni dopo uno sforzo fisico molto duro (ore di allenamento o qualche sollevamento pesi in palestra e non vorrei che il fumare sia stato solo il mezzo tramite il quale io sia venuta a conoscenza di questa "pallina". Il mio timore è che possa trattarsi di qualche tumore (magari solo benigno) alla carotide, che potrebbe anche non avere nulla a che fare col fumo di sigaretta. Riassumo quindi i pochissimi sintomi (gonfiore indolore in fondo al collo a livello della carotide sul lato sinistro, sensazione di fitta che pervade tutto il collo mentre respiro dopo aver fumato, soprattutto se lo faccio mentre cammino e mal di testa dal solo lato sinistro fino a pochi minuti dopo aver fumato. Il mal di testa si presenza bilateralmente anche dopo uno sforzo fisico importante.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non ha sostanzialmente importanza il numero di sigarette fumate sull'insorgenza di un tumore, se e' quello che la preoccupa davvero.
Si faccia visitare dal suo medico che pèuo' palparle il collo. Cosa che io non posso fare per via telematica.
La saluto
[#4] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Va bene, mi recherò il prima possibile dal mio medico curante. Grazie mille.