Utente 150XXX
Buongiorno,

Da 3-4 giorni avverto una sensazione costante di fastidio al testicolo destro. Da fermo avverto solo un lieve disconforto, una vaga sensazione di calore, ma se muovo il testicolo con le mani, provo dolore, ad esempio facendo la doccia devo fare attenzione nel passare il sapone.

La prima sera il dolore era più evidente e i movimenti più dolorosi. Adesso la problematica è diminuita ma pur sempre presente.

Il problema è comparso un'ora circa dopo essermi grattato. Potrebbe essere un movimento troppo energico la causa del disturbo?

La sensazione è costante, non ho nessun altro sintomo, quindi la minzione non è dolente, l'eiaculazione non è dolente e non vi è alcun perdita dal pene.

Ho già prenotato la visita dall'andrologo martedì, ma in attesa di questa vorrei sapere di cosa potrebbe trattarsi e quali accorgimenti posso prendere nell'attesa.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le cause di dolore testicolare sono fra dolori propri del testicolo (cisti, nevralgie, infiammazioni, organuli embrionari atrofici) e dolori irradiati da altri organi (ossa, ernie, prostata, vescichette seminali) un centinaio o giù di la. Impossibiole sapere senza visitare. Aspettiamo martedì.
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno,

La sintomatologia, nel giro di una settimana, è quasi scomparsa spontaneamente.

L'urologo oggi alla palpazione ha rilevato una lieve infiammazione dell'epididimo.
Mi ha prescritto 200mg di ofloxacina 2 volte al dì.

A titolo profilattico ha prescritto esame delle urine ed ecografia.

Vorrei sapere in questo periodo se posso avere rapporti sessuali e se la mia partner, che non presenta alcun sintomo o disturbo, deve fare qualcosa.

Vorrei sapere anche se ha qualsiasi altra indicazione addizionale (sport, vestiti, ecc.)

Grazie in anticipo
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non ho indicazioni addizionali., Utile astinenza sessuale in ogni infezione del tratto genitale.
[#4] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno, dopo 7 giorni di antibiotici il testicolo non fa più male al movimento, avverto saltuariamente ancora qualche leggero fastidio, ma posso considerarmi comunque guarito?

Per profilassi ho fatto gli esami delle urine (microscopio e analisi completa), l'unico valore fuori range sono le cellule epiteliali transizionali (rilevato 6, valore normale <6)

Come posso interpretare questo dato?

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Li interpreti che le cosae van bene. La guarigione si certtifica con palpazione ed ev. con ecodopoplre scrotale.
[#6] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2006
Mi scusi se la disturbo ancora. Pensavo che terminato il ciclo di 7 giorni di antibiotico tutto si sarebbe risolto, mentre a oggi continuo ad avvertire non un dolore, ma cmq una sensazione costante di fastidio. Fa parte del normale decorso dell'infiammazione oppure devo tornare dal medico? L'ecografia ce l'ho prenotata per il 12.

Grazie
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Meglio farsi rivedere. Il sistema genitale maschile è parechio impermeabile a farmaci ed a volte servono cicli più lunghi.
[#8] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2006
Quindi potrebbe essere necessario ripetere un ciclo di antibiotici anche se l'esame dei batteri nelle urine è stato negativo?
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
esatto.
[#10] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno, sono di ritorno dall'urologo e devo dire di essere parecchio confuso.

Ero convinto che l'infezione non fosse ancora debellata vuoi per la non completa scomparsa dei sintomi, vuoi per le risposte ricevute qui da lei su medicitalia e sia perché da 2 giorni la mia ragazza ha contratto una infezione delle vie urinarie.

Invece l'urologo da cui mi sono recato ha solo visionato gli esami delle urine (unici valori fuori scala le ricordo erano quelli delle cellule epiteliari transizionali con valore bordeline a 6 e presenza di muco), ha detto che non c'è alcuna correlazione con l'infezione della mia fidanzata e SENZA visitarmi i testicoli, mi ha detto di attendere l'ecografia che farò tra 5 giorni e, se questa non rileva nulla, mi ha spiegato che bisogna solo pazientare poiché, anche a infezione debellata, l'infiammazione deve essere smaltita attraverso i sette strati dei testicoli e quindi il processo è lungo, può durare ancora un mese, bevi acqua e prendi naprossene.

Sono confuso sia perché non sono stato visitato sia perché mi sembra molto strano che l'urologo abbia detto che non c'è correlazione con l'infezione della mia fidanzata, basandosi unicamnete sul mio racconto e sull'esame urine.

Sono all'estero e non so quanto i dottori siano scrupolosi in questo paese.

Ho anche menzionato la Sua risposta di qualche giorno fa, dicendo che il mio medico italiano mi ha detto che a volte sono necessari cicli antibiotici più lunghi, il dottore ha risposto che "se ti fa stare più tranquillo ti faccio una ricetta per 5 giorni di ofloxacina", cosa che mi ha lasciato ancora più perplesso perché il dottore dovrebbe prescrivermi gli antibiotici non per farmi piacere, ma perché lui decide che sono necessari.

Gradirei moltissimo sentire il suo parere.

Ringraziandola in anticipo.
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Antibiotic a parte, una palpatina è di rigore. L' infezione urinaria della ragazza potrebbe entrarci come no. Vediamo comunque ecografia.
[#12] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2006
Salve,

Ho eseguito gli esami 1 settimana fa. Il referto dice (traduco in italiano):

Test dx: 2.4x3.0x4.6
Test sx: 1.9x2.9x4.6

Contorni lisci, struttura omogenea, isoecogeno, vascolarizzazione normale, intorno a entrambi i testicoli la presenza di fluido non è aumentata, la coda dell'epididimo destro arriva a una larghezza di 0.5cm. L'epididimo sinistro è di dimensioni normali. Il canale inguinale è normale su entrambi i lati.
Conclusione: la coda dell'epididimo destro è ingrossata in seguito a sospetta infiammazione.

Al momento dolore quasi completamente scomparso. Permane una vaga sensazione di fastidio. Il dottore dell'ecografia ha detto che ci va qualche settimana prima che tutti i fastidi spariscano.

Prendo del naprossene e indosso boxer stretti.

Alla mia ragazza è stato diagnosticato micoplasma. Forse è stato questo il batterio all'origine dell'infiammazione?
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
per il micoplasma non so, ma comunque la cosaq volge al bene.