Utente 396XXX
Salve a tutti,
sono un ragazzo di 25 anni, in passato ho sofferto di attacchi di panico e ogni tanto ho problemi di ansia dovuta principalmente al fatto di essere un po'ipocondriaco.
Avendo chiarito ciò volevo chiedere un consulto per quanto riguarda lo spiacevole fenomeno dell'extrasistole: ho sofferto di extrasistoli nel mese di ottobre 2012, mi fu detto dopo una visita cardiologica completa che erano dovute allo stress, in effetti in quel periodo ero molto stressato e sono scomparse da sole dopo la visita cardiologica.

Negli ultimi giorni si sono ripresentate, ma sono diverse da quelle di 3 anni fa, in quanto più che un battito mancante mi capita di sentire un battito in gola, molto più lieve di un extrasistole "normale". Tutto questo mi è capitato dopo un mesetto di prurito diffuso (che mi è stato detto essere nervoso, tanto che mi ritorna a volte quando ci penso, soprattutto la sera nel letto), dopo che mi si è formata una specie di pallina (tipo foruncolo) sotto l'ascella destra, dolorante quando la tocco o alzo il braccio (mi è stato detto che si tratta probabilmente di un linfonodo ingrossato) e dopo che da due giorni mi sento come influenzato, quindi un po' debole e confuso, anche se oggi sto migliorando, ma ogni tanto mi torna questo piccolo "tuffo" al cuore.

Essendomi sottoposto l'anno scorso ad un'altra visita cardiologica di controllo e non avendo trovato niente che non andava, volevo sapere se ci può essere correlazione tra questi sintomi da me elencati e se può trattarsi solo di ansia o c'è bisogno di sottoporsi ad altre visite specialistiche, tenendo presente che le analisi del sangue di due anni fa sono assolutamente normali (mi sono operato anche al naso quest'estate e nelle analisi del sangue non hanno trovato niente che non andava) e che le due visite cardiologiche del 2012 e del 2014 non hanno evidenziato nessun tipo di problema.

Ci terrei a ricevere un Vostro consulto in merito, in quanto ho paura che tutti questi sintomi possano essere "creati" da me stesso e dalla mia psiche. Non è facile convivere con questo tipo di ansia ed è per questo che chiedo il Vostro aiuto.

Grazie in anticipo a quanti mi risponderanno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sottoscrivo pienamente la sua auto-diagnosi: i sintomi sono creati dalla sua psiche.

Visto che la cosa va avanti da anni, ha provato a chiedere una consulenza specialistica psichiatrica o psicoterapeutica?