Utente 396XXX
Salve a tutti e grazie per il servizio che date.

Vorrei, se possibile, un chiarimento sulla vista cardiologica e in particolare sulla procedura di esecuzione dell'elettrocardiogramma.
In particolare vorrei sapere se una paziente deve togliere anche il reggiseno, se può rifiutarsi di toglierlo, e fare ugualmente l'esame, ed in fine vorrei sapere in media quante tempo dura un elettrocardiogramma.
Valevo sapere se tutto questo vale anche per la visita cardiologica oltre che per l'esame di elettrocardiogramma.

Grazie, spero la domanda non vi appari strana, purtroppo ognuno ha una sensibilità diversa e vive la sua fisicità e intimità in modo diverso.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il reggiseno va tolto -almeno di norma- perché alcuni degli elettrodi vanno applicati dove i reggiseni di solito hanno ferretti o elastici rigidi. A meno che non si tratti di un top morbido, la presenza del reggiseno impedisce di ottenere un tracciato di qualità adeguata. E comunque, andare ad applicare gli elettrodi SOTTO a un indumento aderente è scomodo e fa perdere tempo.
L' acquisizione del tracciato richiede di solito pochi minuti, ma dipende anche da altre variabili: se ci sono tremori o tensioni muscolari le tracce derivate dagli arti possono presentare artefatti che rendono difficile la lettura. Quindi può servire più tempo, finche il/la paziente si rilassa abbastanza e il tracciato è adeguato. Poi, se il sospetto è che ci siano delle aritmie e il tracciato appare normale, l' acquisizione può essere prolungata per diversi minuti in modo da poter registrare eventuali aritmie.

Anche la visita cardiologica si fa normalmente a torace completamente nudo.
[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie della chiarezza Dottoressa, peccato che Lei sia lontanissima.

Cordialmente,
A.