Utente 273XXX
Salve,
da una settimana circa avverto un dolore pungente a sinistra,a livello del torace. Non so discriminare se esso riguardi il muscolo pettorale o se sia più profondo. Esso è iniziato dopo che sono stata per un'ora esposta ad un ventilatore di aria fredda e per un po' di giorni ho avuto una tosse secca e nervosa,non accompagnata da raffreddore o catarro.

Il dolore si acuisce notevolmente in momenti di ansia e stress o quando mi trovo a letto sdraiata su un fianco. Quando sono stressata,prendo paura o sono sotto stress sento un dolore irradiato alla spalla e alla prima metà del braccio sinistro e a collo e mandibola. La sensazione è quella di sentirmi stringere in quei punti e li sento desensibilizzati.
Un problema simile mi si era presentato a settembre,anche se non di tale entità. Poco prima di un esame,quindi anche lì ero fortemente in ansia. Il cardiologo mi ha vistata e ho effettuato un elettrocardiogramma: tutto nella norma. Sono in attesa di fare,per puro scrupolo,anche un eco-cardiogramma.

Non ho notato peggioramenti del dolore quando svolgo attività fisica. Faccio corsa veloce e a volte, poiché sono soggetta a extrasistole ventricolari, avverto il cosiddetto ''colpo di cannone'' o ''sensazione di perdita del battito'' ma il medico mi ha detto che non ho di che preoccuparmi su questo fronte.
Volevo chiedere, questo tipo di dolore è legato all'ansia? Devo preoccuparmi? O potrebbe avere cause in altre parti del corpo come a livello gastrico o polmonare? Grazie mille per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, se lei è in valutazione cardiologica nessuno più del cardiologo che la segue lo può stabilire...noi da lontano possiamo fare molto poco.
Saluti