Utente 185XXX
salve.
ho 38 anni ho subito un intervento di trasposizione del nervo ulnare al gomito dx sottomuscolare nel 2013, e circa 25 giorni fa un nuova operazione di neurolisi al nervoe stavolta con alloggio sottocutaneo in quanto il nervo era intrappolato da molteplici aderenze cicatrizionali.
purtroppo dopo aver tolto la benda ed i punti a 25 giorni dall'operazione la mano e' peggiorata ho un fortissimo bruciore lungo il dorso della mano nonché difficolta motorie al 4 e 5 dito (assumono posizione ad artiglio) e la parestesia e' evidente.
il chirurgo mi ha detto di aspettare almeno 1 mese io adesso sono a 25 giorni dall'intervento enon credo che nei prossimi 5 giorni vedro' miglioramenti e non so piu' che fare non vedo alcun miglioramento sicuramente il nervo e' nuovamente in conflitto con qualcosa assumo gli integratori di vitamina b e c ecc.. faccio gli esercizi leggeri di allungamento estensione ma il problema e' sempre la mano invalidata... secondo voi e' solo questione di altro tempo il chirurgo ha detto che lo ha liberato bene dalle aderenze e che pero' era piuttosto assottigliato.
la mia domanda e': prima dell'intervento non avevo il fastidio sensitivo ma avevo solo il problema motorio dovuto alle parestesie muscolari degli interossi adesso invece da dopo l'operazione e' sorto il problema del bruciore e intorpidimento. credete sia il caso di farmi visitare ho fissato una nuova ecografia per dare una occhiata la nervo ma ho gia' subito 3 interventi e quest'ultimo e' stato veramente dura non so che fare? devo aspettare ancora? so che a volte ci vogliono mesi ma possibile nessu miglioramento fino adesso addirittura peggiorato?
grazie per il consiglio e dell'aiuto non riesco piu' nemmeno a scrivere con la mano mi sto allenando a scrivere con la sinistra rischio pure di perdere il lavoro... Giacomo
ho fissato una nuova ecografia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

non esistono le "parestesie muscolari": la parestesia è un sintomo dell'area sensitiva, non di quella motoria.

Ora deve solo aspettare a usare gli integratori neurotrofici (contenenti anche L-acetilcarnitina e acido alfa-lipoico, a dosaggi terapeutici, cioè due compresse al giorno).

In questa fase così precoce non si deve fare altro.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
SI MI SCUSO HO USATO UN TERMINE INAPPROPRIATO VOLEVO DIRE (CREDO) EVIDENTI ATROFIE MUSCOLARI (HO DEI BUCHI AL POSTO DEI CLASSICI MUSCOLI DELLE MANI) ORMAI MUOVO SOLAMENTE INDICE E MEDIO.
LA RINGRAZIO INFINITAMENTE PER IL SUO TEMPO E PER LA SUA RISPOSTA E' STATA MOLTO IMPORTANTE DAL PUNTO DI VISTA PSICOLOGICO.
SE POSSO CHIEDERE UN ULTIMA DOMANDA POTREBBE ESSERE UN EDEMA AL LIVELLO DEL GOMITO POST TRAUMATICO CHE COMPRIRE IL NERVO ANCHE SE AL MOMENTO E' STATO COMPLETAMENTE LIBERATO DALLE ADERENZE? FORSE NON SO NEMMENO QUELLO CHE DICO MA GIRANDO SU INTERNET SI TROVANO AFFERMAZIONI DI OGNI GENERE E FORSE MI SONO LASCIATO CONDIZIONARE MA SONO PREOCCUPATO PERCHE LA MANO E' MESSA MOLTO MALE
PURTROPPO SE COSI' FOSSE POTREBBE ESSERE STATA ANCHE COLPA MIA NON POTEVO STARE A CASA PER MOTIVI DI LAVORO QUINDI IL GIORNO DOPO L'INTERVENTO HO INIZIATO SUBITO A LAVORARE TENENDO SEMPRE IL BRACCIO BASSO E SENTIVO PROBLEMI DI CIRCOLAZIONE ALL'ALTEZZA DEL GOMITO. (PURTROPPO AVENDO UN CONTRATTO DI LAVORO PRECARIO NON POTEVO PERMETTERMI DI STARE A CASA MI AVREBBERO SOSTITUITO E AVREI PERSO IL LAVORO).
SO CHE UNA DIAGNOSI A DISTANZA E' IMPOSSIBILE SECONDO LEI IL BRUCIORE ALLA MANO ED IL PEGGIORMANETE POTREBBE ESSERE SEMPRE UN EFFETTO DEL TRAUMA DELL'INTERVENTO CHIRURGICO E QUINDI ESCLUDEREBBE UNA COMPRESSIONE DI ALTRO NATURA? SE FOSSE UN EDEMA POTREI IN QUALCHE MANIERA USARE UNA CREMA O QUALCHE MASSAGGIO (DOPO 5 GIORNI DALL'INTERVENTO MI USCIVA SANGUE DALLA BENDA APPLICATA IN SALA OPERATORIA SONO TORNATO IN OSPEDALE PERCHE AVEVO UN VERSAMENTO NELLA REGIONE DELLA CICTARICE E MI HANNO SIRINGATO E SPREMUTO PER TOGLIERE IL PUS ED IL SANGUE FORMATOSI NON RIASSORBITO FORSE PERCHE' NON LO HO TENUTO A RIPOSO....
GRAZIE ANCORA DELLA SUA RISPOSTA E DELLA SUA PROFESSIONALITA'. HO LETTO MOLTE DELLE SUE RISPOSTE ALLA RICERCA DI UNA SIMILE ALLA MIA E LE FA ONORE USARE LA SUA CONOSCENZA PER AIUTARE CHI SUO MALGRADO NON HA LA PIU' PALLIDA IDEA DI CHE RISPOSTE DARE AI PROPRI PROBLEMI DI SALUTE.
GRAZIE ANCORA DI CUORE GIACOMO

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Per cortesia non scriva in grassetto e cerchi di essere sintetico (un testo lungo si legge molto malvolentieri o non si legge affatto).

Come le ho detto, deve necessariamente attendere.
[#4] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
mi scuso
grazie ancora della risposta
cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Nulla.