Utente 129XXX
Buonasera, proficui specialisti di medicina,
volevo riferire il mio caso per avere qualche consiglio pratico.
Premetto che sono maschio, 37 anni e mantengo un alimentazione molto regolare, non abuso in alcool e il peso e' nei limiti.
Lo scorso weekend mi sono ritrovato in una situazione mai vissuta in vita mia.
Mi sveglio il venerdi' con qualche fastidio al piede destro ma nulla da preoccuparsi.
Vado a lavoro e nel pomeriggio sento dei fastidi sempre al piede destro. Provo a pensare che le scarpe mi danno fastidio. Torno a casa alla sera, e la notte non riesco a dormire per il dolore e fastidio. Al mattino ho il dito grande del piede destro gonfio arrossato e con un dolore intenso.
Vado in Ospedale e dopo RX senza segni di nessuna lesione, mi tornano mettendo in evidenza i valori analisi del sangue:
leucociti 12.7
MCHC 36.9
Acido Urico 7.6
E mi dicono che e' una gitta acuta, rimango tremendamente sorpreso.
Sono andato dal medico al lunedi' mattina e mi e' stato indicato solo di evitare una seri di cibi, che non mangio quasi mai e di ripetere analisi tra 1 mese.
Intanto, il dito va meglio ma e' ancora dolorante e mi sembra di vedere il piede destro ancora rosso rispetto al piede sinistro.
Potreste gentilmente darmi qualche indicazione pratica, cosa dovrei fare?
Ho anche controllato le analisi degli anni precedenti che faccio regolarmente e i valori di acido urico sono sempre stati entro i limiti.
Quindi mi chiedo cosa sia successo recentemente?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Perchè posta in area CHIRURGIA GENERALE ?

Per la Gotta ci si rivolge al reumatologo, per la nefropatia al nefrologo, per la litiasi uratica all'urologo.

Tanti saluti