Utente 341XXX
Buonasera Gent.mi Dottori,

Sono un ragazzo di 26 anni, gioco in una squadra di pallavolo a livello professionale e da circa 5 anni ogni anno durante il campionato mi fa male la spalla. Ho sempre risolto facendo un po' di potenziamento unito a riposo ma questo non è bastato.
quest'anno ho fatto un'indagine completa di ecografia, radiografia e risonanza magnetica.
Successivamente sono andato da 3 fisioterapisti e da questi ho avuto 3 terapie completamente diverse.

Vi riporto di seguito gli esiti dei 3 esami:

ECOGRAFIA del 21.10.2015
Aspetto ispessito della capsula articolare dell'articolazione acromio-claveare per sinovite.
Nello spazio tra i capi articolari in sede profonda si apprezza un'immagine iperecogenea di incerta attribuzione (sperone osseo, calcificazione): il reperto potrebbe causare una sindrome da conflitto subacromiale. Utile RX ed eventuale RM.
Il tendine del capolungo del bicipite è nella norma ma si apprezza un versamento fluido nella sua guaina.
No segni di borsite.
Il tendine del sovraspinoso ha spessore aumentato rispetto al controlaterale con struttura disomogenea, reperto da inquadrare in prima analisi come possibile tendinosi.
Nei limiti della norma tendine del sottospinoso e del sottoscapolare.
Nei limiti il trofismo delle strutture muscolari ara-articolari

RADIOGRAFIA del 22.10.2015
Non alterazioni strutturali di rilievo a carico dei capi articolari gleno-omerali.
Conservata l'ampiezza dello spazio acromion-amorale al cui livello non si proiettano calcificazioni di natura periartitrica.
In relazione al quesito clinico non si repertano aspetti patologici in ambito acromion-claveare.

RISONANZA MAGNETICA del 06/11/2015
Modesta tumefazione della capsula articolare dell'art. acromion-claveare con riduzione dello spazio adiposo di scorrimento sottoacromiale.
Si apprezza una modesta aumentata intensità di segnale nella porzione distale del tendine sovraspinato, indicativi di tendinosi, con associata lesione parziale della corda tendinea in sede preinserzionale sul versante anteriore.
Non si rilevano alterazioni del tendine dell'infraspinato e del sottoscapolare che appaiono normoinseriti.
Modesta distensine della borsa subacromion-deltoidea.
Non significativo versamento articolare.

In merito a quanto scritto che tipo di terapia mi consigliate?

Sicuro di un Vostro riscontro,
Cordialmente saluto

S.



[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La storia clinica che ha riportato è molto chiara.
Certamente è necessaria una visita clinica ma, in linea di massima, il suo è un problema che si configura in quella che si chiama "spalla infiammatoria". In questi casi bisogna stabilire accuratamente l'origine della patologia per poter dare una indicazione terapeutica adeguata.
Non credo che la fisioterapia possa procurarle giovamento in questo momento.
Auguri
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera,
successivamente all'ultima risonanza ho fatto vedere il tutto ad un ortopedico, il quale mi ha prescritto un ultima risonanza, con metodo di contrasto per stabilire se necessito di un operazione o meno. L'arto RM riporta la seguente conclusione

ARTRO RM SPALLA DESTRA

Agevole distensione della capsula articolare gleno-omerale, atraverso introduzione percutanea anteriore di mezzo di contrasto paramagnetico diluito, con compliance regolare e con inserzione capsulare anteriore lassa, alla base dell'apofisi glenoidea.

Il tendine sovraspinato presenta una piccola soluzione di continuità sottocentimetrica in corrispondenza del versante tendineo articolare nel tratto distale inserzionale, proprio a livello dell'entesi (avulsione parziale del foot point)), in cui penetra una minima parte di mezzo di contrasto. Tutto il tendine prenseta inoltre disomogenei spessori e intensità di segnale, per secondari fenomeni flogistico-deltoidea.

Associata borsite subacromion-deltoidea

Nella norma le restanti strutture tendinee della cuffia dei rotatori e il trofismo di tutti i ventri muscolari corrispondenti; il tendine del capolungo del bicipite brachiale appare in sede, indenne da lesioni focali o da sofferenza tenosinovitica.

Non si apprezzano alterazioni morfostrutturali focali o diffuse a carico delle strutture tendinee della cuffia dei rotatori e del capo lungo del bicipite braciale; regolare il trofismo di tutti i ventri muscolari della cuffia.

Acromion di morfologia lineare e spessore regolare. Spazio subacromiale di ampiezza regolare.
Nulla da segnalare a carico del labrum e delle strutture capsulo-legamentose gleno-omerali.
Non si apprezzano lesioni focali osteocondrali nè versamento articolare in sede acromion-claveare e gleno-omerale.

Conclusioni: Lesione parziale distale del tendine sovraspinoso, in corrispondenza dell'entesi.

In merito a quanto scritto sopra è possibile definire la gavità della diagnosi?

E' probabile un'operazione?

Sicuro di un Vostro riscontro,
cordialmente saluto

S.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Certamente qualcosa non è del tutto normale nella sua spalla ma per una precisa e indefettibile diagnosi è assolutamente necessario anche il riscontro clinico. Solo così si può dare una indicazione terapeutica e una prognosi sicura.
Cordialità e auguri.