Utente 397XXX
Salve dottori, sabato 24 ottobre 2015 sono stato operato di varicocele e fimosi. Tutto bene l intervento e il recupero, il dolore è inesistente per entrambi gli interventi e il glande (parzialmente scoperto) si è già "proteinizzato" quindi credo di essere pronto per un rapporto. Il problema è che mi sono caduti solo 3 punti dei 10 totali sulla corona ma siamo già al 7 dicembre! La prossima visita la ho il 15 dicembre. I punti secondo voi cadranno? Se li toglierà il chirurgo alla prossima visita, subito dopo posso avere un rapporto. L eiaculazione, l'erezione e i problemi fisiologici sono regolari l unico fastidio che ho è proprio la presenza di punti.. Per favore datemi speranze di rapido recupero e di rapida possibilità di rapporto....grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

calma e sangue freddo, la data del prossimo controllo con il suo urologo di riferimento è vicina; comunque generalmente, dopo 15-20 giorni dagl'interventi, da lei citati, anche se ancora presente qualche punto riassorbibile, non si esclude la possibilità di avere dei rapporti sessuali, sempre con cautela e ben lubrificati.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Ok dottore, grazie mille le sue parole mi allietano. Rettifico i punti che sono circa 20 non 10!! Uno è appena caduto, per quanto concerne la vena testicolare, il tutto si è sgonfiato da un po, non mi darà problemi nello "sforzo" sessuale giusto? Ringrazio ancora in anticipo per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si ricordi: "rapporti sessuali con cautela e con una buona lubrificazione".

Altri dubbi sempre sentire in diretta il suo urologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.