Utente 255XXX
Gentili medici di MediciItalia,
sono un ragazzo di 23 anni e all'età di 21 in un episodio, essendo di fretta a causa di un appuntamento ho lavato il pene con detergente intimo, esercitando delle decise pressioni con le dita sul glande, con l'obiettivo di concludere presto il lavaggio dello stesso.
Qualche ora più tardi ho avuto un rapporto sessuale con la mia ragazza che è durato circa un'ora: durante il protrarsi del rapporto ho accusato dei lievi fastidi accompagnati da prurito.
A rapporto concluso figurava una eruzione cutanea importante: rossore e puntini rossi sparsi su tutto il glande (che appariva anche raggrinzito) e i sintomi si acuivano sulla zona dell'orifizio uretrale. Dopo averlo lavato, nel giro di tre/quattro giorni il pene è apparentemente ritornato normale. In realtà da quando è successo "l'incidente" il glande presenta delle increspature in buona parte di esso, come se avessi delle rughe sul glande e delle minuscole, quasi impercettibili microlesioni (nessuna traccia di sangue). L'effetto carta crespa sul glande è rilevabile quando la pressione sanguigna sul pene è a un livello intermedio, ma il dermatologo alla vista non ha rilevato nulla in atto, mi ha detto che probabilmente avrò avuto una candida in quell'occasione. Qualche mese più tardi si è ingrossata leggermente una ghiandola linfatica inguinale e ad oggi è decisamente ridotta (a distanza di più di un anno e mezzo).
In questi due anni si sono verificati alcuni episodi di irritazione meno gravi, dopo alcuni rapporti, e sono convinto che questo rossore sul glande e questi puntini rossi insorgano a causa di attrito e/o a volte per scarsa lubrificazione.
Ieri, dopo un rapporto protetto con la mia ragazza sono spuntate delle eruzioni significative, accompagnate da leggero prurito e sono riuscito a fare delle foto (2 link qui di due foto http://it.tinypic.com/view.php?pic=2ps2dtz&s=9#.VmbFzrjhAdV http://i66.tinypic.com/2s7wdwp.jpg).
Dopo qualche ora il pene si ripristina a uno stato normale
Aggiungo che mi capita di avere con la mia partner fissa, sporadicamente, brevi momenti in cui il rapporto non è protetto.
Di cosa potrebbe trattarsi?
Grazie mille in anticipo per il Vostro tempo
ps ho da sempre avuto un rossore, che non mi ha mai dato problemi, "ai piedi" del glande, sulla pelle come potete vedere in foto, è normale? foto -> http://i65.tinypic.com/2m6wcyg.jpg
grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, nell'ipotesi di una balanopostite di natura da determinare direi di procedere con una visita di tipo venereologico al fine di chiarire per bene la situazione. Per ulteriori informazioni generali può leggere nel sito www.balanopostite.it

Cordialità
Dr Laino
[#2] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo Dottore, grazie per la tempestività.
Mi recherò al più presto dallo specialista, ma avrei comunque degli interrogativi da porLe.
1) è mai possibile che la presunta balanopostite si manifesti sotto forma di eruzione cutanea e prurito solo a volte, cioè non ogni volta che intraprendo un rapporto? Perché è questo il mio caso: non saprei definire la cadenza con la quale il prurito, il rossore e i puntini rossi sul glande si manifestano, ma di sicuro non con eccessiva frequenza, potrei azzardare circa sei volte durante un anno, ovvero raramente.
Per quanto mi riguarda il caso di qualche giorno fa, anche sotto il profilo estetico è sicuramente raro.
2) come interpreta il rossore sulla pelle sotto al glande che ha avuto modo di vedere in foto? Ce l'ho avuto da sempre, sicuramente sin da piccolo.
grazie mille per il Suo parere
[#3] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
3) Vorrei sottolineare che il fenomeno si verifica, quelle volte in cui si verifica, solo dopo i rapporti, e il segno non è visibile "a riposo"
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente sì è possibile che una balanopostite si presenti con quelle morfologie e tempistiche cliniche. Per il resto non faccio diagnosi on-line su foto amatoriali e le rimando assolutamente il consiglio di consultare uno specialista Venereologo di sua fiducia. Carissimi saluti ancora.
Dr Laino
[#5] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
sono stato dal dermatologo: mi ha detto che in atto non figura nulla sul glande.
Ho fatto vedere le foto del pene irritato anche a lui e a sua detta, poiché il segno compare solo dopo il rapporto, scompare dopo qualche ora dal rapporto, e non si presenta in modo cadenzato ma aleatorio, crede poco che io abbia "qualcosa", ma che sia semplice traumatismo e attrito. Lo specialista non ha fatto nessun riferimento né alla balanopostite né ad altre eventuali patologie; per "tagliare la testa al toro" mi ha prescritto un tampone al glande per ricerca di miceti e batteri.
Vorrei chiederle un parere sulla prestazione che mi è stata erogata e, soprattutto, se col tampone per ricerca di miceti e batteri sia possibile ottenere un ampio spettro di analisi, per rilevare qualunque natura di eventuali agenti esterni, ad esempio sarà possibile rilevare con questo tampone il segno della presunta balanopostitite?
grazie per il Suo tempo
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sì è possibile ma sicuramente lei effettuato la cosa migliore, ovvero la visita di dermatologia e venereologia come le avevo consigliato. Si affidi quindi al mio collega.

Dr Laino
[#7] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo dottore, grazie per la risposta. Eseguirò quanto prima il tampone, ma vorrei capire se sussiste differenza tra "tampone al glande" e "tampone balano-prepuziale".
Vorrei altresì capire quali sono gli accorgimenti da adottare prima di essere sottoposti al tampone, il dermatologo non mi ha detto nulla, ma mi pare di capire che ad esempio astensione da rapporti per evitare contaminazione, moderare i lavaggi genitali, tenere all'asciutto il glande quanto possibile, evitare di urinare prima del tampone, sono questi gli accorgimenti per una esito quanto possibile fedele? grazie per il Suo tempo
[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
È la stessa cosa stia sereno
Può tranquillamente urinare prima del tampone.

Dr Laino