Utente 397XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 22 anni. Mi é capitato di avere alcuni rapporti non protetti con il mio ragazzo ( il primo circa un anno fa e l'ultimo quattro mesi fa). Ieri mi é capitato di avere un altro rapporto non protetto con un'altra persona conosciuta. Non mi sembra di aver mai avuto alcun sintomo sospetto e conoscendo la serietà delle due persone non avrei grossi motivi per allarmarmi, ma poiché si tratta di malattie dalla sintomatologia insidiosa vorrei chiedere:
1) quali sono tutti gli esami da dover effettuare per diagnosticare le varie malattie veneree
2) mediamente che tempi di incubazione hanno prima di poter percepire i primi sintomi (sempre che i sintomi si manifestino)
3) dopo quanto dall'ultimo rapporto non protetto é possibile fare gli esami per poter avere un risultato soddisfacente
4) quanto é statisticamente possibile rimanere infettate praticando il coito interrotto
5) se data la mia situazione mi si consiglia di fare i suddetti test o di non preoccuparmi
Grazie per l'attenzione e per l'aiuto
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Lei ha corso sicuramente un rischio avendo avuto di un rapporto non protetto con persona di cui non conosce lo stato siero logico e MST correlato . Pertanto le consiglio di contattare un al fine di chiarire il suo stato sierologico e collegato a malattie sessualmente trasmissibili. Consideri inoltre che questo tipo di rapporti può esporre a tutte le malattie sessualmente trasmissibili, HIV compresa. Non perda l'occasione di tutelare La sua salute.

Dr Laino
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per il suo riscontro, tuttavia gran parte delle mie domande é rimasta senza risposta..
Ad ogni modo vorrei ripetere che non si tratta di uno sconosciuto con cui ho avuto rapporti occasionali. Si tratta del mio ragazzo che mi ha assicurato di aver avuto sempre rapporti protetti in passato. Ora é chiaro che non conosco il suo stato sierologico come del resto non lo conosco di nessuno non possedendo le loro analisi... Un controllo lo faró comunque ma mi servirebbe risposta alle precedenti domande.
Grazie e a presto
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
molto semplicemente: rispetto alle domande che pone il rischio esiste solo se il partner è infetto; se il partner non è infetto il rischio non esiste.

carissimi saluti

Dr Laino
www.latuapelle.it