Utente 397XXX
CIao a tutti, da poco ho messo due capsule sopra i miei due molari ricostruiti e devitalizzati,dopo qualche mese però con queste capsule sto avendo dei problemi, fastidi sopratutto in quella sinistra e cattivo odore.. ho chiesto al mio dentista e all'inizio mi ha detto che fosse la gengiva che "era entrata " dentro la capsula causando l'odore e il fastidio , cosi ha provato a sistemare la gengiva, eliminando quel millimetro di gengiva che secondo lui entrava dentro la capsula... convinto che avrebbe risolto il problema che però dopo una settimana ha continuato a presentarsi.. cosi mi sono rivolto ad un altro dentista che mi ha detto che il lavoro che mi ha fatto è stato inutile perchè sono presenti due granulomi e l'unico modo per risolvere è l'estrazione dei due denti( poichè i monconi sono completamente ricostruiti e quindi è impossibile riaprire)e mettere due perni .. ora volevo chiedervi, chi dei due ha ragione? il primo dentista che mi ha detto che non ci sono granulomi ma "potrebbero formarsi" e che comunque le capsule vanno bene anche se presentano cattivo odore e fastidio o il secondo che mi ha detto che sono già presenti e che necessito l'estrazione dei due denti il prima possibile? vi lascio il link dell'ortopanoramica : -esiti di cure coronali,-reazione pereapicale del primo molare inferiore sinistro,-reazione pereapicale del primo molare inferiore destro,-inclusi gli ottavi inferiori in disodontaisi,-incluso anche l'ottavo superiore di sinistra https://www.dropbox.com/s/4hi1e0v0rucjc41/ortopanoramica.png?dl=0
[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
per regolamento non commentiamo le foto inviateci dagli utenti: comunque Lei ha anche riportato la relazione clinica del radiologo, in cui si afferma appunto che a livello dei primi due molari inferiori sono presenti 'reazioni periapicali', cioè granulomi.

Certamente bisognerà intervenire, e non è detto che sia necessaria, e soprattutto inevitabile, l'estrazione: se ve ne sono le condizioni, prima fra tutte la presenza di un moncone naturale o ricostruito con composito e non realizzato in lega metallica, è possibile aprire la corona protesica occlusalmente come una corona naturale per raggiungere i canali ed eseguire la terapia endodontica.
In alternativa è sempre possibile tagliare la corona, elimanandola totalmente ed eseguire la terapia e ricostruire una nuova corona, ovviamente a guarigione avvenuta, nel frattempo userà un provvisorio.

Se il moncone non può essere ricostruito è possibile valutare la realizzazione di un perno-moncone in lega metallica se la componennte radicolare residua lo consente.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
grazie per aver risposto, quindi ci sono i granulomi, poichè il primo dentista mi aveva detto che c'era solo la possibilità che si sarebbero formati in futuro.. per quanto riguarda l'estrazione , il secondo dentista all'inizio mi aveva detto che era possibile curarli tramite l'apertura del moncone agendo sui canali ma dopo che ha visto il moncone ha detto cheessendo tuttoricostruitononerapossibile