Utente 348XXX
Buongiorno sono un ragazzo che l'altro giorno ha avuto un episodio di FA regredito dopo qualche ora al pronto soccorso con somministrazione di farmaci,e il primo episodio che ho,ho eseguito un ECG seguente,ecocardio esami di routine compresi esami tiroidei ed è tutto nella norma,il medico sostiene che e stato un episodio isolato che non ha rilievo patologico ,ovviamente se si dovesse ripetere approfondire con uno studio elettrofisiologico,ha escluso però preccitazioni ventricolari sia dall ECG fatto in precedenza qualche mese fa ,sia durante la FA e dopo la FA,(trattato con clexane 6000 per 7 giorni) ora io mi chiedevo secondo la vostra esperienza tachicardie di tipo TPSV da rientro nodale o altre tpsv possono innescare una fibrillazione atriale?io non ricordo se il tutto e partito con una TPSV o con una FA ,quello che ricordo e che il tutto e stato innescato da una serie di extrasistoli,e dopo 10 minuti che e venuto il paramedico controllandomi il polso gia era fibrillante,vi e la possibilità che una TPSV si converte in FA dopo 10 minuti dall insorgenza?grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Certo...non solo è possibile, ma alla sua età è anche probabile che la FA sia manifestata come degenerazione di una TPSV...
Comunque se l'FA si ripete o se lei sviluppa un cardiopalmo improvviso di durata variabile è il caso di approfondire con uno studio elettrofisiologico.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Gentile Dottore,grazie per la riposta,sicuramente(io mi auguro di no) nel caso di una recidiva mi sottoporrò allo studio,quello che vorrei chiedere come ultima domanda:Una tpsv che degeneri in FA e più pericolosa rispetto alle altre per la frequenza elevata?o meglio ,sono aritmie potenzialmente pericolose?ricordo che al PS e stata registrata una FA di 160\170 bm(ero anche agitato) grazie.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non si preoccupi....si tratta, nel suo caso, per entrambe di forme benigne.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie ancora,volevo aggiornarla,proprio poco fa ho avuto un appuntamento con un cardiologo e mi ha spiegato un po la situazione che mi è accaduta,volevo aggiornare lei perché da come ho capito lei è anche un aritmologo e gradirei un suo punto di vista,vorrei ringraziarla innanzitutto per la risposte precedenti e spero in un ultima risposta ora :Il cardiologo mi ha detto che nel mio caso si e trattata Di una FA isolata,diagnosticata dopo pochi minuti dall evento e ci sono probabilità che si stata innescata da una TPSV nel mio caso ad andamento retogrado ventricolo-atrio e quindi non pericolosa,mi ha detto che se fosse stata innescata in direzione anterogrda non solo si sarebbe vista una preccitazione ventricolare nel tracciato basale che ho fatto un mese fa(poteva essere un WPW) ma ha detto che cio non e sempre possibile,e una maggiore certezza ce lo da il tracciato registrato durante la FA sostenendo che se vi era una preccitazione ventricolare si sarebbero visti complessi dapprima larghi e poi stretti al tracciato e non e il mio caso,quindi spiegandomi in maniera semplice il cardiologo sostiene che è stato un singolo episodio che vi sono possibilità che sia stata innescata da una tpsv che procede in senso retrograto e quindi non pericolosa,lei cosa ne pensa di tutto cio?e possibile escludere una wpw pericolosa?conferma lo studio anche il cardiologo in caso di recidiva grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il WPW non c'entra assolutamente nulla....se lei ha una via anomala occulta o un altro meccanismo a sottendere una qualunque forma di TPSV (non solo da rientro, ma anche automatica) e l'eventuale correlazione con l'FA, può stabilirlo solo uno studio elettrofisiologico (come le ho già detto)....di pericolosità non le ho mai parlato.
Lei a mio giudizio deve affidarsi a un aritmologo (non a un cardiologo clinico), che è la figura preposta all'indagine in questione.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Perfetto Dottore,ho capito tutto,grazie molte per la disponibilità e l'attenzione data,ho svolto anche un test da sforzo qualche mese fa,potrei svolgere attività fisica ora secondo lei?e con un singolo episodio di FA mai avuto nessun disturbo prima,apparte qualche extrasistole consiglierebbe lo studio o e preferibile aspettare nel caso vi fosse una recidiva?
[#7] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno Dottore,mi scusi vorrei chiederle un cosa:ho consultato un cardiologo nel frattempo e mi ha riferito una cosa che mi ha preoccupato e non poco:mi ha detto che un eventuale kent occulto di WPW non sempre e presente la visibilità all ECG basale e all ECG durante l'aritmia e mi h detto che questa via potrebbe saltare il nodo del seno e provocare aritmie ventricolari,ha detto che e un evenienza rara,secondo voi e possibile cio ? grazie ancora.
[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
...le ho già risposto adeguatamente...
la mia consulenza finisce quà