Utente 160XXX
Buongiorno allora scrivo questo articolo per porre dei quesiti e dalle risposte in merito a una risonanza magnetica e poi seguito qualche giorno fa presupposto che qualche anno fa ho avuto il classico incidente stradale da colpo di frusta e a prescindere da questo che ormai è già stato chiuso Dalì sono iniziati i problemi con dolori cervicali e ad oggi anche lombari con parestesie degli arti inferiori e superiori sono in attesa di eseguire Anche una elettromiografia degli arti superiori inferiori per il momento ho eseguito una risonanza magnetica perché non ho più benefici con antidolorifici anche forti tipo il tacchino l, l'unica cosa che mi sollievo dal dolore sono iniezioni di cortisone,

RM LOMBOSACRALE E CERVICALE.
indagine eseguita con scansioni assiali, sagittali e coronali e con sequenze SE EGE PRESENTE IN T1eT2.
Cervicale.
Il canale vertebrale cervicale e diffusamente poco ampio, con spazi liquorali per i midollari uniformemente piuttosto esigui. Il disco c3 c4 presenta una modica protrusione globale, ad ampio raggio, e coesiste una iniziale di formazione osteofitosica degli spigoli vertebrali adesso continui fattori che concorrono tutti nella generale una iniziale Steen usi di entrambi neuroforami. Nei limiti intensità di segnale del midollo spinale.
Rm rachide dorsale
Non si osservano significative stenosi del canale vertebrale, immagini da riferire a protrusioni old erniazioni dei dischi in te somatici. Nei limiti l'aspetto del midollo spinale. Negli spazi liquorali per i midollari posteriori sono presenti numerose immagini Ipointense che, limitazioni internistiche dell'indagine senza mdc si ritiene tipo artefattuale legate turbolenza accelerazione del flusso liquorale.

Questa qui è la diagnosi della risonanza magnetica eseguita la prima decade di dicembre lo so che non sono lì di persona e chiaramente tutto può essere e nulla può essere secondo voi qual è la risposta a questa risonanza? Ritenete che può essere qualcosa di patologico
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Purtroppo non è possibile esprimere un parere su un quadro clinico sconosciuto solo leggendo un referto RMN, e nemmeno ben trascritto. Iniziamente sembra che la RMN interessi il rachide cervicale e lombosacrale ma poi nel referto si parla solo del rachide cervicale e dorsale. Sicuramente bisogna per prima cosa averLa interrogata, ascoltata e visitata, come riconosce anche Lei, e poi bisogna vedere le immagini della RMN. Ciò è indispensabile per chiarire la natura delle immagini descritte e accertare se si tratta di artefatti (gli artefatti sono alterazioni che non corrispondono alla realtà ma appaiono per problemi insorti durante l'esecuzione dell'esame). Faccia anche l'elettromiografia, ma è importante che il Suo percorso clinico diagnostico sia guidato da uno specialista, per esempio un neurologo.
Cordiali saluti