Utente 184XXX
Buongiorno,

sono una donna di 33 anni e il mio problema è il seguente: dai primi giorni di ottobre con i primi freddi sono stata affetta raffreddore e da tosse molto forte (3/4 crisi forti nell'arco della giornata) pertanto fui visitata dal medico che subito non mi diede nulla, poi, dopo altri giorni di tosse sempre forte mi diede Azitromicina (eravamo già a fine ottobre). Un giorno di fine ottobre mentre ero stesa a letto ebbi un'altra crisi di tosse nonostante avevo già preso l'antibiotico, e sentii uno strano spostamento sulla costola e tipo un "clack" come si fosse rotto qualcosa.
Da allora è iniziato prima un dolore tipo infiammazione e poi un dolore vero e proprio alla parte destra superiore dell'addome dietro le costole.
Il medico allarmato di ciò mi ha fatto fare ecografia per eventuali calcoli e poi rx torace per coste ma tutto negativo.
Il dolore da quasi 10 giorni ad oggi si era affievolito e quindi, l'ipotesi che potesse essere un dolore intercostale a seguito della forte tosse prolungata.
Oggi però mi sono svegliata di nuovo col dolore forte e sinceramente mi inizio a preoccupare.
Ma di cosa altro potrebbe trattarsi un dolore cosi? organi interni? e poi, possibile che un dolore intercostale duri da un mese e mezzo?
Tengo a precisare che se faccio dei movimenti come torsione si intensifica; mentre sono qui a scrivere e sto seduta non lo sento ma sento come un "peso" da quella parte.
Ringrazio in anticipo per le info che mi darete.
Saluti,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L'ipotesi formulata dal suo medico(nevralgia intercostale) è probabile e condivisibile, a distanza non è possibile dirle altro.
Cordiali saluti