Utente 282XXX
Buonasera, sono una donna di 47 anni con problemi di ipercolesterolemia.
Il mio è un problema di familiarita, infatti già dall'età di 20 anni i valori sono sempre stati al limite. Dai 180 ai 208, 220, fino ad arrivare adesso ai 240 per il totale e i 170 per LDL. Non ricordo HDL. I trigliceridi sono nella norma e così anche tutti gli altri esami del sangue. Tutto ok tranne che per il colesterolo. Non soffro di ipertensione. Il mio medico ritiene non intervenire al momento con i farmaci ma solo con la dieta. Non mangio grassi animali e le mie tentazioni semmai sono stati i dolci. Volendomi documentare però ho visto che ci sono pareri discordanti sia sugli alimenti che sembra influiscano solo al 20% e anche sullintervenire sui farmaci. Sono preoccupata perché mia mamma è morta per ictus anche se aveva altri problemi oltre alll'ipercolesterolemia. Vorrei un Vostro parere e grazie anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
In realtà diversi studi hanno dimostrato un effetto favorevole -in prevenzione cardiovascolare- dell' abbassamento del colesterolo LDL con le statine, ma non con altri farmaci, e decisamente superiore a quello ottenuto con la dieta, suggerendo che l' effetto favorevole sia legato anche ad altri effetti benefici delle statine.
E' anche dimostrato dagli studi più recenti che non c'è una relazione apprezzabile tra colesterolo nella dieta e colesterolemia. E parlare di "grassi animali" è impreciso, perché ci sono diversi tipi di grassi animali; i formaggi, per esempio (soprattutto quelli di pecora e di capra) contengono acidi grassi non aterogeni. Mentre i pesci notoriamente contengono grassi favorevoli (i famosi omega-3).

Nelle ultime linee-guida americane sulla dieta (uscite nel 2015) la limitazione dei grassi nella dieta è stata ampiamente rivista. Si è visto infatti che sostituire i grassi con carboidrati raffinati è controproducente. Le raccomandazioni attuali sono di:

Limitare al massimo l' assunzione di zuccheri e cereali raffinati
Mangiare in abbondanza verdura, legumi, frutta
Mangiare preferibilmente pesce azzurro
Mangiare noci, nocciole, pistacchi
Mangiare cereali integrali
Mangiare carne preferibilmente in umido
Tra i latticini, privilegiare quelli di pecora o di capra e quelli fermentati (yogurt ecc,)
bere un bicchiere di vino rosso a pasto
Fare almeno 3 ore alla settimana di attività fisica aerobica.

Se il colesterolo LDL è sempre elevato (e quello HDL non è alto) penso che la somministrazione di una statina sia opportuna, appunto per gli effetti favorevoli che ha sui vasi.
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dr. Lestuzzi per la sua celerità nel rispondermi e per essere stata così chiara.