Utente 332XXX
Buongiorno, ho 22 anni, in buona salute generale. Ho sempre avuto in passato una pressione normale sui 120-80 massimo, di solito 115/75. Premetto che sono piuttosto ansiosa, soprattutto per quel che riguarda la salute. Ieri in ogni caso, stavo leggendo del materiale riguardo all'ipertensione endocrina e ho deciso di misurarmi la pressione, con mia sorpresa questa è risultata di 135-80 con 90 battiti (normalmente ne ho invece sui 75). Ovviamente mi sono agitata ancora di più e ho ripetuto svariate misurazioni che oscillavano parecchio, la cui media era intorno ai 125-80 con circa 80-85 battiti. Inoltre tra braccio destro (quello a cui si riferiscono queste misurazioni) e braccio sx c'era una differenza generalmente di qualche mmHg (8-10 di solito in più nel dx che nel sx). Stamattina mi sono nuovamente misurata la pressione, sperando che si fosse abbassata ma era di nuovo tra i 130 e i 120 con la solita leggera differenza tra le due braccia. I battiti sempre maggiori di 80. Misurando invece i battiti quando ero tranquilla e non stavo prendendo la pressione erano 73. Non capisco se questo aumento così marcato possa essere dovuto all'ansia e si stia creando un circolo vizioso, oppure se effettivamente mi si stia alzando la pressione per motivi sconosciuti che andrebbero indagati. Inoltre la differenza di P tra le due braccia mi sembra molto preoccupante. Cosa mi consigliate di fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, legga di meno di medicina e faccia qualcosa di più per controllare la sua ansia. Misurare la pressione non fa altro che alimentare il meccanismo responsabile del riscontro dei valori pressori che riporta (è fisiologico). A 22 anni non pensi a problemi di salute che non ha e se non riesce a tranquillizzarsi da sola si rivolga ad uno psicoterapeuta.
Cordialità