Utente 283XXX
Dottore buongiorno...sono a 12+3 settimana d gravidanza e
Stamattina sono stata al ps perché ho avuto delle perdite inizialmente chiare stanotte e molto poche poi stamane erano marrone scuro...così ho preferito fare un controllo.
Il dott ha detto che la causa è un piccolo distacco , ma nulla d preoccupante fortunatamente.
Il piccolo si muoveva ed è cresciuto bene in corrispondenza delle settimane.
Le riporto ciò che è scritto sul referto:
" COLLO FORMATO, CHIUSO, POSTERIORE ,, SCARSI RESIDUI EMATICI .
ECO TV E ADDOMINALE: FETO UNICO IN UTERO CON CRL CORRISPONDENTE A 12+6 , BCF PRESENTE, MAF +++ , PLACENTA AD INSERZIONE POSTERIORE BASSA RAGGIUNGE OUI CON EMATOMA SOTTOCORIALE AL POLO INFERIORE DI 22X10MM "

mi può spiegare a parole molto povere il significato di questo referto nella sua parte finale in cui parla della placenta? mi devo preoccupare ?
Sono molto ansiosa e nonostante il dottore mi abbia rassicurato ho paura cmq....
[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'inserzione bassa della placenta è, nella stragrande maggioranza dei casi, una condizione transitoria; con l'aumento progressivo del volume uterine che si esplica sia verso l'alto sia lateralmente, il disco placentare si allontana progressivamente dall'orifizio uterino interno (OUI). Solo in una ristretta parte di casi, questo fenomeno (conosciuto nell'ambiente come fenomeno della "migrazione placentare", termine assolutamente non corretto in quanto la placenta non "migra" da nessuna parte) non si verifica e la placenta, con il suo lembo inferiore o si trova nell'immediatezza dell'OUI o lo ricopre addirittura. Il limite temporale per assistere al fenomeno della migrazione placentare si attesta fra la 32ma e 34ma settimana; se dopo tale periodo la placenta si correla ancora con l'OUI, allora si avrà il quadro clinico-ecografico conosciuto come "placenta praevia", condizione in cui sarà bene valutare attentamente le modalità e la tempistica del parto.
Durante l'intero periodo della "migrazione placentare" (dalla 13ma alla 32ma-34ma settimana), la placenta PUO' subire (non è assolutamente detto) dei distacchi alla sua base, poggiante sulla parete uterina. Questi distacchi, di entità variabile possono o meno essere ripetitivi. In genere si tratta, come nel Suo caso, di scollamenti di piccola entità, generalmente mai importanti nè pericolosi per la salute e\o la sopravvivenza del piccolo.
Occorre, in occasione di ognuno di essi, instaurare una idonea terapia medica, controllando che l'evoluzione successiva rispetti tempistica e modalità di guarigione che siano da considerarsi normali.

Saluti ed auguri.
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo dottore,
La ringrazio per la Sua risposta chiara ed esaustiva.

La ginecologa mi ha prescritto una doppia dose di progesterone che già prendevo sin dall' inizio visto che ho avuto questa gravidanza tramite iui, ora mi vuole rivedere tra due settimane.

Mi ha raccomandato d non fare sforzi e tutto ciò che possa dar fastidio all utero ... la macchina mi ha raccomandato d usarla x brevi tragitti , più che altro non ne posso fare a meno del tutto in quanto ho un' altra figlia da portar e ripresentare da scuola...

Posso cmq stare serena dottore secondo lei?

Grazie
[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Assolutamente sì.
[#4] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Grazie infinite gentilissimo dottore
[#5] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Grazie d cuore gentilissimo dottore...
Saluti
[#6] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Auguri per tutto.