Utente 349XXX
Salve dottori, sono un ragazzo di 26 anni e ho un problema. Da circa 6 mesi mi capita di avere una e una sola scarica di muco giallo dopo una pratica sessuale. Ovvero, dopo un orgasmo accuso forti crampi e dolori all'addome con conseguente scarica di muco, dopo qualche ora il tutto si risolve senza alcun problema. Capite bene come il problema stia creando danni severi e gravi alla mia vita di relazione con la mia ragazza. Dubito sulla natura psicologica del problema poichè la prima volta che è successo io non potevo "immaginare" una situazione del genere al punto da indurmi in suggestione, e la seconda volta che è successo non avevo di certo già collegato l'orgasmo al problema. Questo mi fa dedurre che ci deve essere un collegamento tra orgasmo e malessere. Aggiungo solo che il problema è sorto da 4 mesi, non ne avevo mai sofferto prima. La mia domanda è: a livello medico e teorico, cosa potrebbe essere? Ovvero, fisiopatologicamente quale meccanismo potrebbe avere questi effetti? Vi ringrazio per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

bisognerebbe definire meglio cosa sia "il muco giallo" che emette dopo l'orgasmo ( un semplice esame di laboratorio lo potrebbe chiarire,
magari associandolo ad una coltura con antibiogramma per verificare se non possa essere presente una infezione-infiammazione prostatica o vescicolare capace di detrminare anche sintomi come quelli che lei descrive
Cari saluti
[#2] dopo  


dal 2015
Buongiorno dottore, la ringrazio molte per la gentilezza e la prontezza di risposta. Analisi a livello di prostata ne ho fatte di ogni tipo, questo poichè da anni ho una lieve ipertrofia prostatica benigna e soffro anche di oligoastenozoospermia severa. Di conseguenza i medici mi hanno fatto eseguire ogni tipo di analisi, comprese colture, spermiogrammi, ecografie, ecodopler testicolari, analisi ormonali, flussometrie, ecc. Non è mai risultato alterato nulla se non il numero di spermatozoi e le dimensioni della prostata. Aggiunte queste informazioni, ha qualche consiglio da darmi? Aggiungo che questo malessere è presente solo quando raggiungo l'orgasmo con la mia partner e non quando mi masturbo da solo. La ringrazio, cordiali saluti.