Utente 348XXX
salve a tutti,a maggio di quest'anno in seguito ad una doppia infezione di salmonella e klebsiella pneumoniae, dai risultati di laboratorio dall'antibiogramma l'unico antibiotico attivo su entrambi risultava essere proprio il ciproxin. ho quindi iniziato un cliclo di due compresse al giorno di ciproxin da 500 che data la resistenza dei due batteri si è protatta per 1 mese....premetto che sono uno sportivo, pratico culturismo, e al ritorno in palestra dopo la cura, ho notato subito che la mia forza muscolare era sensibilmente diminuita, e il giorno dopo gli allenamenti ero costretto a mettere la voltaren perchè avevo forti dolori articolari con limitazioni di movimento. a questo punto interrompo subito gli allenamenti e mi documento e scopro che il fantomatico "1%" di problemi ai tendini riportato nel foglio illustrativo è in realta una falsa apparenza, scopro che esistono siti, guide,libri e gruppi sui social network dedicati ai danni permanenti causati da questo tipo di farmaci. da quel momento in poi ho cominciato ad accusare degli scricchiolii articolari, in particolare alle spalle , le ginocchia, i polsi , e astragalo, udibili a distanza, con sensazione dolorose simili a chi soffre di artorsi/artriti, che peggiorano quando sollevo anche piccoli carichi in ambito casalingo. inizio cosi a fare degli accertamenti, tra cui la radiografia, dalla quale non emerge nessuna lussazione o artrosi in atto; ecografia dalla quale non risultano lesioni tendinee, tendinosi, rotture tendinee. in buona sostanza "il malato sta bene, però è morto!!" . sono stato visitato da tre specialisti tra fisiatri, ortopedici e fisioterapista. i quali, visti gli esiti negativi dei miei esami, non hanno potuto fare altro che alzare le braccia, consigliandomi solo di assumere degli integratori, tra i quali, collagene di tipo 1 e 2, acido ialuronico, condroitina, glucosamina, msm, serratio peptidiasi. dai quali ho avuto solo effetti collaterali, in quanto uno degli effetti di questi integratori è quello di aumentare la circolazione periferica nelle articolazioni, e quindi mi trovai con la sensazione di gambe pesanti ,dolorose e affaticate tipo reumatismo. a breve eseguiro' anche una costosa risonanza magnetica come ultima spiaggia. a tutto ciò va aggiunto che da allora, il mio tono dell'umore è diminuito di molto, con sonnolenza e apatia.
vorrei davvero risolvere questo problema che mi impedisce di allenarmi, che per uno sportivo è qualcosa di veramente odioso, per non parlare dei dolori articolari che mi fanno sentire come un comune anziano alle prese con l'artrosi.
è sconcertante leggere di studi nei quali si legge ad esempio: "i fluorochinoloni cancellano il microbioma e impoveriscono l’unica forma non ridondante di DNA che abbiamo – il DNA mitocondriale."
c'è il pericolo che questi effetti siano permanenti?
che tipo di terapia "disintossicante" andrebbe fatta? il glutatione?
grazie a tutti.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
stia tranquillo se ha interrotto la terapia con l'antibiotico da diversi giorni i sintomi riferiti non sono correlati all antibiotico stesso