Utente 398XXX
Gentili dottori ,
Sono un ragazzo ventottenne e desidero chiedervi un consulto in merito al mio deficit erettile che persiste da quattro anni.
Da quattro anni ormai noto difficoltà a mantenere l'erezione sia in un rapporto sessuale sia nell'attività masturbatoria, notando perdita di erezioni mattutiene.
Ho interpellato un andrologo della mia zona e dopo varie analisi ha notato un livello di testosterone basso 2.7 dovuto secondo il medico allo stress che mi sta causando questo deficit.
Per questo il medico curante ha deciso una cura con testoviron iniezioni ogni tre settimane per un periodo di tre mesi ( premetto che i livelli erano assolutamente normali quando sono inizoati i problemi).
Inoltre ho eseguito un ecodoppler dinamico e ne è risultato un deficit venoso occlusivo.
Ora ho notato che la vena dorsale è molto ingrossata ...volevo sapere se questa eventuale fuga venosa da confermare con ulteriori analisi può essere risolta ,,, visto che la situazione mi crea molta tensione e disagio ...
Sono in cura anche con il cialis 5 mg ma dopo un periodo di buonarisposta la situazione è tornata a essere la solita grazie e saluti
...p.s. vi scrivo perché il mio andrologo non mi potrà visitare fino a gennaio causa stop per le feste natalizie ... grazie ancora

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la "fuga venosa" è una situazione clinica complessa, molto discussa in campo andrologico ed è per questo che per le eventuali indicazioni terapeutiche mirate la rimando alle decisioni del suo andrologo.

Nel frattempo comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille per la risposta ... ho letto che l'esame da me fatto , l'ecodoppler dinamico , può essere farsato da uno stato d'ansia eccessivo che di fatto avevo. Infatti dopo iniezione non ho ottenuto erezione. Può essere veritiera la cosa ?? Inoltre volevo sapere se esistono ulteriori esami per confermare o escludere definitivamente questa problematica ... può essere pertinente il fatto che la vena dorsale è molto dilatata ?? Può centrare il fatto che i livelli ematici fi colesterolo sono alti ?? Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le sue osservazioni sono da ben valutare; sulle indagini ulteriori da fare solo il suo andrologo di riferimento può indicargliele e generalmente questo avviene quando dovesse maturare un'eventuale e successiva indicazione chirurgica, si legga o si rilegga gli articoli già indicati.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buonasrra dottori
Volevo chiedere un ulteriore chiarimento cosa significa arteria pudenda serpiginosa ?? ( risultato del succitato ecodoppler dal quale è risultata una fuga venosa ).
Grazie per la risposta

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Definizione morfologica generica che indica un'arteria che ricorda un serpente ma che non ci indica alcun particolare e specifico problema clinico.

Ancora un cordiale saluto.