Utente 398XXX
Buona sera, ringrazio in anticipo chiunque voglia rispondermi. Vorrei tatuarmi, ma ho un prolasso della mitrale. Può causarmi problemi? È vero che dovrei fare una dose preventiva di antibiotici o rischio un'infezione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se ha un vero prolasso mitralico la profilassi antibiotica è consigliata, come in tutte le situazioni che possono causare batteriemia.
In questo caso il germe più temibile è lo Staphilococcus Epidermidis.
Se è seguito da un cardiologo concordi con lui o con il suo Curante la antibiotico profilassi, secondo le linee guida codificate.
Arrivederci,
Caldarola.
[#2] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
In realtà secondo le ultime linee-guida per il prolasso mitralico non è più suggerita la profilassi antibiotica.

In più, le procedure per cui è indicata la profilassi sono quelle in cui i germi possano entrare direttamente nel circolo sanguigno, quindi quelle in cui si provochi il sanguinamento di aree non sterili (mucose della bocca o dell' intestino).

Quindi, se prima di eseguir il tatuaggio la cute viene disinfettata accuratamente non c' è rischio di causare una batteriemia.