Utente 398XXX
Buonasera, gentili dottori sono una ragazza di 19 anni e scrivevo per chiedere dei consigli. Due anni fa mi sono svegliata e ho avvertito durante tutta la giornata extrasistoli continue ogni 2-3 minuti e lo stesso giorno a scuola dopo un malessere improvviso sono svenuta. Il giorno dopo questo episodio ho continuato ad avvertire un senso di malessere ma poi nei mesi successivi sono stata piuttosto bene tranne alcune volte in cui avvertivo sempre sensazioni di svenimento. Quest'estate mi sono improvvisamente sentita svenire, non ho mai perso conoscenza ma volevo chiamare un ambulanza perchè sentivo che il cuore oltre ad avere delle extrasistoli sembrava che si bloccasse e battesse in modo flebile come se non riuscisse a pompare bene il sangue. Alla fine dopo mezz'ora e dopo essermi stesa mi sono sentita meglio. Il giorno dopo mi sono recata al pronto soccorso dove mi hanno rilevato solo una tachicardia sinusale. Dal giorno dopo questo episodio ho continuato ad avere un continuo senso di debolezza fino a quando circa tre settimane dopo ho avuto un senso di sbandamento improvviso con giramento di testa e da quel giorno ho qualcosa alla parte destra della testa che mi fa sentire sempre sul punto di svenire tanto che devo restare quasi sempre sdraiata. Ho effettuato un ecocardio,due holter e una RM cerebrale. La RM e l'eco non hanno rilevato nulla. Il primo holter ha rilevato 2 extrasistoli ventricolari dimorfe isolate e il secondo 19 extrasistoli sopraventricolari isolate con episodi di tachicardia sinusale. Sono andata anche due volte al pronto soccorso sempre per i continui malesseri e la seconda volta anche per un dolore al petto ma in entrambi i casi è stata riscontrata solo una tachicardia sinusale con 160 battiti al minuto. Entrambe le volte mi hanno dimesso con terapia ansiolitica e mi hanno detto di fare una visita dall'elettrofisiologo a breve. Adesso volevo chiedere sono pericolose le extrasistoli dimorfe? Durante l'osservazione al pronto soccorso per due volte in 2 ore mentre avevo 150 di frequenza dopo aver sentito delle extrasistoli e sul monitor c'era scritto doppiette ventricolari ma nessuno ha detto niente. Dovrei fare anche un ecocolordoppler? il problema è che oggi dovevo fare un altro holter ma purtroppo non sono riuscita a farlo perchè da quando ho questi problemi sono intollerante al caldo tanto da non riuscire ad entrare negli ospedali e in altri ambienti a causa del riscaldamento che mi fa immediatamente sentire svenire e devo subito uscire. Può essere dovuto a un problema cardiaco? Inoltre ho extrasistoli anche quando cammino più volte al giorno e da un elettrocardiogramma con frequenza a 150 mi e stato riscontrato un blocco di branca destra incompleto con QRS a 96 ms. Ho fatto gli esami del sangue dove c'e solo una leggera carenza di potassio (3.2) mentre gli enzimi cardiaci sono normali ma io continuo ad avere dolore al torace da giorni. Puo essere un infarto? Grazie mille per aver letto tutto il mio lungo post.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
due extrasistoli ventricolari polimorfe isolate sono una inezia.
Oltre all'ecocolordoppler cardiaco programmi una prova da sforzo e non guardi il monitor mentre le fanno il tracciato.
Il blocco di branca destro incompleto, se c'è, può essere considerato una variante della normalità.
La sua intolleranza al caldo fa pensare a una alterazione della funzione tiroidea, che deve essere indagata.
Non ha alcun infarto ma una forte componente ansiosa che farebbe bene a curare.
Si tranquillizzi.
Arrivederci,
Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno, grazie per la risposta. Scrivo ancora perche sono un po preoccupata. Come avevo gia accennato precedentemente sono tendenzialmente tachicardica ma e da circa due giorni che il mio cuore e rallentato tantissimo. La frequenza quando sono ferma arriva anche a 60 battiti al minuto e prima mentre ero sdraiata e immobile e scesa a 53 battiti. A cosa puo essere dovuto? Mi devo preoccupare? Non ho mai fatto sport agonistico ed e da circa un anno e mezzo che non pratico nessuna attivita sportiva. Comunque volevo aggiungere che ho fatto gli esami per la tiroide ma sono normali. Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
ma perchè è sempre con il polso in mano a valutare la sua frequenza cardiaca, che è variabile nei vari momenti e situazioni di una giornata?
Ha sintomatologia? O lo fa perchè affetta da un disturbo ossessivo - compulsivo che non è di pertinenza cardiologica?
Se avesse avuto sintomatologia l'avrebbe già riferita.
Quindi come consigliato in # 1 si preoccupi di curare il DOC.
Dal suo racconto anamnestico si evince che sul cuore ha indagato abbastanza.
Sia tranquilla.
Saluti,
Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno, si e vero dottore forse sono un po ossessiva, le volevo comunque chiedere un'ultima cosa. E normale che ogni volta dopo o un'arrabbiatura o dopo aver alzato un po la voce per qualsiasi motivo il mio cuore comincia ad avere delle extrasistoli che continuano anche per molto tempo a seguire? Continuo poi ad avere un dolore alla parte sinistra del petto che scompare solo per brevi periodi durante la giornata e continua da giorni, come faccio a sapere che non sia angina? Grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
E' del tutto normale che lo stress sotto ogni forma induca o accentui la percezione delle EXS.
Queste possono continuare per un certo tempo.
Signora lei descrive un dolore al petto che dura da tempo ma che si accompagna ad enzimi normali e normali tracciati ECG.
L'ipotesi di una angina non trova fondamenta su cui mantenersi: perciò si rassicuri, inizi il 2016 in tranquillità e poi curi la sua ansia, che mi pare l'aspetto più importante.
Una integrazione di Potassio, dato il basso valore di questo elettrolita nel suo sangue, potrebbe giovarle.
Auguri,
Dr. Caldarola.

[#6] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore, auguri anche a lei anche se in ritardo. Purtoppo le scrivo ancora perche oggi ho letto una cosa che mi ha fatta preoccupare. In un articolo c'era scritto che se si sviene da seduti o da sdraiati e piu probabile che sia dovuto ad una causa cardiaca. Il fatto e che io sono svenuta proprio da seduta e non ho sudato e ne avuto nausea, cose che ho letto possono essere i prodromi di una sincope vagale. Ho solo avuto una brutta sensazionee ho capito che stavo per svenire e poco dopo ho visto tutto nero. Che esami dovrei ancora fare se quelli che ho fatto sono risultati tutti negativi? Sono molto preoccupata anche perche continuo ad avere dei doloretti sempre nel lato destro che vanno e vengono e a volte ho anche oppressione come se quando inspirassi ci fosse qualcosa che mi schiaccia. Grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Buongiorno,
se ha il tarlo dell'angina pectoris non c'è che da fare un esame: una comunissima prova da sforzo.
Sperando che uccida il suo tarlo.
Signora, lasci stare gli articoli e senta i Medici: diversamente faremmo gossip e non è la sede adatta.
Se vuole valutare la possibilità di una sindrome da disautonomia (o vaso - vagale come la chiama lei) può anche effettuare un "Head Up Tilt Test” che valuta la risposta del sistema nervoso autonomo alle variazioni posizionali.
Ne parli con il curante.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore, ho letto che dovrei fare una prova da sforzo ma se la prenoto ci vuole tempo...secondo lei dovrei andare al pronto soccorso? perche il dolore continua, da circa un' ora e mezza poi ho il battito a 150 e a volte salta i battiti. Non so piu cosa fare perche non so se sia dovuto all'agitazione o a un problema dovuto a questo dolore. Il broblema e che se vado all' ospedale i battiti aumentano ancora di piu infatti la settimana scorsa sono andata da un elettrofisiologo che ha detto che non ho niente ma il battito visto che ero agitata era a 150. Ora la mia paura e che al pronto soccorso dove sono andata l'altra volta mi volevano iniettare un betabbloccante in vena! Grazie
[#9] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Scusi ho sbagliato a scrivere...
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ma s'immagini!
Saluti,
Dr. Caldarola
[#11] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore, alla fine sono andata al pronto soccorso dove mi hanno fatto un ecg e un ecocardio tutti nella norma tranne la tachicardia e hanno detto che si tratta di dolore osseoarticolare. Secondo lei anche se non mi hanno fatto gli esami del sangue e non ho fatto la prova da sforzo posso escludere l'infarto? Perche ho preso dei moment ma non mi passa. Grazie
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
signora mi pare più attendibile il parere di Colleghi che l'hanno visitata realmente che il mio parere telematico.
Se non hanno ritenuto di effettuare il dosaggio degli enzimi di miocardionecrosi avranno avuto le loro ragioni, che io non posso conoscere.

Quindi se le hanno fatto, e per iscritto, diagnosi di dolore osteoarticolare, lei non ha alcun infarto.

Saluti cordiali,
Dr. Caldarola.


[#13] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera dottore, le scrivo ancora per alcuni dubbi. Nel corso di questi mesi ho fatto diversi elettrocardiogrammi, in uno c'era scritto BBX, in un altro un blocco di branca destro incompleto e nell'ultimo che ho fatto piu recentemente non c'era scritto nulla. Mi chiedevo, e possibile a volte avere un blocco di branca destro completo e a volte incompleto? Secondo lei nell'elettrocardiogramma dove non c'era scritto nulla il medico lo ha semplicemente omesso? Secondo lei e possibile che abbia una sindrome di brugada? grazie
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
per esprimere un parere concreto dovrei vedere i tracciati e questo non è possibile.
E' possibile che Ella sia portatrice di un blocco di branca dx intermittente.
Tale situazione non desta particolare preoccupazione.
Va aggiunto che che spesso vengono interpretati come blocchi di branca destra semplici disturbi della conduzione che sono varianti della normalita' e pertanto l'ultimo cardiologo in ordine di tempo potrebbe aver ritenuto opportuno non segnalarlo.
La sindrome di Brugada che cosa c'entra? L'ha letta su Internet?
Si tranquillizzi.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#15] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore, secondo lei a cosa e dovuto il fatto che mi sento svenire per qualche secondo ogni volta che mi stiro come se stessi per vedere nero? Cordiali saluti
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ad un riflesso vagale.
Nulla di preoccupante.
Arrivederci,
Dr. Caldarola.
[#17] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore, oggi mi e successa una cosa che mi ha fatto molto spaventare, ero sdraiata e ad un certo punto sento un run di extrasistoli tutte consecutive una all'altra che si sono fermate appena mi sono alzata ( saranno state 7 o 8). Il fatto e che non e la prima volta che mi succede anche se a volte sono solo delle coppie e a volte si accompagna un senso di svenimeto. Ho gia fatto due holter e proprio pochi giorni fa ne ho fatto un terzo di cui avro il risultato lunedi ma durante la registrazione questi eventi non sono successe. Cosa dovrei fare per poterli registrare? Ho veramente paura che si tratti di run di tachicardia ventricolare. Ho letto pero che se fossero sopraventricolari sarebbero piu benigne. Lei mi consiglierebbe di mettere un loop recorder? Ho letto che esistono quelli esterni. Grazie ancora per la sua disponibilita.