Utente 398XXX
Dolore atroce al piede da oltre un mese, iniziato con perdita di sensibilità.
Analisi del sangue complete in norma, RM piede negativa, RM lombare negativa, visite ortopedica, neurologica e reumatologica negativa. Dolore resiste a cortisone e qualsiasi anti infiammatorio.
Sospetta sindrome tunnel tarsale che però non si evince dalla RM al piede ma solo dall'elettromiografia (?) aumento del dolore dopo ago infilato nel piede a seguito dell'esame elettromiografia. La gamba e la caviglia le muovo bene ma si gonfiano se sto troppo in piedi o seduta o se faccio uso del piede invece di tenerlo steso a riposo. Ricordo che ho fatto anche 1 eco al piede e eco dopler ...Nulla! Due infiltrazioni dall'ortopedico cortisone + antidolorifico...nulla!
Chiedo parere e suggerimenti per altri apprendimenti diagnostici!
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

non ci ha detto la cosa più importante: dove è localizzato esattamente il dolore?

E' presente solo sotto carico o anche a riposo?

Buon Natale.
[#2] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Sotto carico... Ma soprattutto a riposo. Il dolore è costante, la notte se sono sveglia è insopportabile... Localizzato direi nella pianta del piede ma è diffuso..
Aiutarmi sarebbe il più bel regalo di Natale!! Auguri a tutti..
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il punto di massimo dolore è localizzato all'avampiede, centro della pianta o tallone?

Se non ci fornisce indicazioni precise, possiamo fare ben poco....

La visita diretta rimane comunque indispensabile.
[#4] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Dalla pianta centrale verso l'avampiede . Il gonfiore è stabile nella parte prima delle dita la sera si estende alla parte superiore del piede dita e caviglia... Visite come detto ne ho già fatte numerose ma nessuno ha trovato al momento una spiegazione!!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se gli esami strumentali sono negativi (radiografia, ecografia, ecc,) e si individua un punto preciso da cui parte il dolore, si potrebbe intanto fare un'infiltrazione locale di cortisone, per poi vedere se la situazione migliora.
[#6] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Infiltrazioni ne ho già fatte come ho scritto sopra... mi danno pochissimo sollievo per 2-3 ore e poi torna tutto come prima. Radiografia al piede non hanno voluto farla.. dicono che se la ecografia e la RM sono negative non serve la radiografia... però intanto io ho questo male inspiegabile da quasi 2 mesi! E nessuno mi sa aiutare.... idee? Cosa possa fare?
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
L'unica cosa che posso dirle è che se non si fa una diagnosi precisa, non si può impostare una terapia corretta.

Credo proprio che dovrebbe farsi visitare da un altro Collega, specialista nel settore, sperando che, almeno lui, riesca a inquadrare il suo problema.