Utente 397XXX
Gentili dottori

Vi racconto un episodio che mi lascia dei dubbi.

La sera di Natale eravamo riuniti a casa mia con amici miei e di mia sorella.

Prima della cena, mia sorella ha fatto provare a tutti gli invitati (compreso me) delle polpettine di patate fritte. Le ha messe tutte in una scodella ed è passata tra gli invitati, ponendo ad ognuno di essi una polpettina tramite una forchetta (in modo da non toccare con le proprie mani le altre polpette della scodella).

Ad un certo punto mia sorella ha offerto la polpetta ad uno degli invitati il quale, appena ha afferrato la polpetta, ha lanciato un piccolo urlo di dolore (come se si fosse punto con la forchetta) e subito successivamente lei mi ha da la polpetta tramite la stessa forchetta e io in quel momento ho messo la polpetta subito in bocca senza pensarci.

Subito dopo mi è venuto un dubbio: se quel mio amico, quando ha lanciato quel piccolo urlo di dolore, si fosse punto con i "denti" della forchetta, e dal suo dito fosse uscito del sangue, io ho rischiato di essere contagiato da HIV o epatiti?

Vi faccio notare due cose importanti:

1) il movimento è stato immediato, nel giro di meno di 5 secondi (quindi eventuali tracce di sangue sarebbero potute finire in bocca in modo quasi diretto)

2) Io da sempre soffro di gengive sanguinanti e molto spesso mi sanguinano anche quando non mangio o quando non mi lavo i denti, quindi anche quando non vado a stimolarle.

Noi lì per lì non ci siamo accorti di niente, io ero l'ultimo del giro e dopo circa 15 minuti (quando mi è venuto il dubbio) sono andato a controllare quella stessa forchetta messa in lavandino e dopo un'attenta analisi sotto la luce (fatta ovviamente di nascosto) non ho riscontrato tracce di sangue visibili (ma è possibile che tutto il sangue possa essere stato rilasciato all'interno della mia polpetta?)

Tutto questo mi fa stare col dubbio e considerando che ho una relazione stabile, mi consigliate di fare il test?

Ripeto ancora una volta che io soffro di gengive infiammate. Come influise ciò sull'eventuale rischio? Vi prego aiutatemi

Buone feste a tutti e grazie di cuore
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
lasci da parte queste elucubrazioni e stia tranquillo perchè, gengivite o non gengivite, lei non ha corso nessun rischio e non deve fare nessun test.
Piuttosto vada da un odontostomatologo per risolvere il problema della gengivite: si tratta di un problema serio perchè lei non solo rischia di perdere i denti ma dalla bocca "malata" immette continuamente nel torrente circolatorio germi di ogni specie.
Saluti cordiali,
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottore la ringrazio per la risposta.

Provvederò senz'altro a farmi controllare le gengive.

Vorrei aggiungere solo l'ultimo piccolo dettaglio per quanto riguarda la paura di contagio.

Date alcune mie rielaborazioni della serata, è probabile che quando mia sorella ha poggiato la forchetta nel lavello abbia, dopo poco, aperto il rubinetto del lavello: in tal modo eventuali tracce ematiche sarebbero state "lavate".
Questa grossa probabilità, ovvero quella di non sapere in definitiva se sulla forchetta c'era sangue o meno, cambia qualcosa?

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Signore le ribadisco che lei non ha corso e non corre nessun pericolo di contagio.
Lei è affetto da un disturbo che si chiama D.O.C. e io le consiglio vivamente di curarlo rivolgendosi a uno specialista ad hoc.
Saluti cordiali,
Caldarola.