Utente 398XXX
Buonasera! Tempo fa ho avuto un rapporto non protetto con una ragazza, sono donatore ed ho donato 2 volte dal rapporto a rischio e in piu ho fatto degli esami del sangue a parte(gli esami del sangue li svolgo ogni anno).
Il primo test l'ho fatto a distanza di 30 giorni dal rapporto mentre il secondo a 92 giorni dal rapporto ed hanno avuto esito negativo.
Mentre dagli esami del sangue a parte è venuto fuori che ho un'anemia microcitica, che non avevo negli esami del sangue degli anni scorsi(però negli esami degli anni scorsi avevo i valori dell'emoglobina, MCV, MCH, MCHC vicinissimi al limite minimo mentre la ferritina e la glicemia risultavano molto bassi rispetto al valore minimo)
Il mio medico ha detto che sono esami definitivi per l'HIV è che l'anemia microcitica o sideropenica non ha nessun legame con hiv e volevo chiedere conferma a voi specialisti se ciò è vero poiché col dottore non ho ottimi rapporti. Avrei quindi 3 domande:
1) È vero che Hiv non ha legami con queste due patologie e che sono esami definitivi?
2) Inoltre al momento del prelievo assumevo Bioscalin, può interferire?
3) Leggo che i tests sono di vario tipo : NAT, PCR, HIV1-2, ricerca anticorpo p24, a seconda del tempo che è trascorso dal rapporto; i test che mi sono arrivati a casa (che sono stati svolti dall'ospedale Molinette) dicono:
ANTI HIV NEGATIVO
NAT Ric. Ac. Nucl. HBV,HCV.HIV NEGATIVO
Sono test di ultima generazione e quindi definitivi?
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

le rispondo:

1) È vero che Hiv non ha legami con queste due patologie e che sono esami definitivi?

R:si

2) Inoltre al momento del prelievo assumevo Bioscalin, può interferire?

R:no, assolutamente.

3) Leggo che i tests sono di vario tipo : NAT, PCR, HIV1-2, ricerca anticorpo p24, a seconda del tempo che è trascorso dal rapporto; i test che mi sono arrivati a casa (che sono stati svolti dall'ospedale Molinette) dicono:
ANTI HIV NEGATIVO
NAT Ric. Ac. Nucl. HBV,HCV.HIV NEGATIVO
Sono test di ultima generazione e quindi definitivi?

R: Si a 30 gironi dall'evento a rischio e solo per HIV (ovviamente non per altre MST che vanno indagate separatamente dal Venereologo)

cari saluti

Dr Laino
[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
il NAT test ricerca la presenza di acido nucleico virale: dell'HIV, dell'HBV e dell'HCV.
Pertanto la negatività di tale ricerca esclude l'infezione da questi agenti patogeni.
Il periodo finestra, con tali tests, si attesta intorno ai 12 giorni (vedi C.D.C. Atlanta e F.D.A.).
Pertanto alla domanda:
NAT Ric. Ac. Nucl. HBV,HCV.HIV NEGATIVO
Sono test di ultima generazione e quindi definitivi?
la risposta è si! Per tutti e tre.

Il test HIV 1- 2 immunoenzimatico svolto a 92 giorni dal rapporto è ovviamente da considerarsi definitivo.

Mi permetta di farle osservare che pur non essendoci nessun rapporto tra l'anemia microcitica e i test citati, l'anemia va indagata per ricercare le sue cause ed eventualmente trattarle.
Codialità
Caldarola.
[#3] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Vi ringrazio di cuore.
Mi scusi Dottor Caldarola ma non le ho spiegato al meglio i tests che ho fatto: per entrambe le donazioni mi sono arrivati gli esami Anti Hiv e Nat tests e volevo chiederle un'ultima cosa a proposito, i Nat test mi ha spiegato molto bene quali sono, mentre il test anti Hiv sarebbe il test Hiv 1-2 vero?
La ringrazio anche per l'interessamento per quanto riguarda l'anemia microcitica. Tra le cause che mi ha suggerito di cercare comunque non c'è Hiv? (Come avete già risposto)
Negli ultimii esami del sangue i valori sono
Emoglobina 12,5 ( valore minimo 13,5)
Hct 40.7( Val min 41)
Mcv 76(Val min 80)
Mch 23,3(min 27)
Mchc 30,5 (min 32)
La dottoressa ha poi guardato gli esami del sangue di un anno fa (poiché negli ultimi non è presente la ferritina) in cui la ferritina era a 14 su un minimo di 30 ed ha stabilito che questo tipo di anemia è dovuto dalla carenza di ferro e mi ha dato una terapia con assunzione di ferro e acido folico, secondo lei è corretto dottore?
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
Il test immunoenzimatico che Le hanno eseguito è un HIV 1 - 2 Test con ricerca della p24, che secondo le linee guida dell'OMS e del nostro ISS dopo novanta giorni è da condiderarsi definitivo.
Incrociando i dati della immunoenzimatica, che non risente della microcitosi, e quelli dei NAT test lei può essere sicuro di NON essere
HIV positivo nè di aver contratto l'infezione da HCV o da HBV.

In quanto al problema microcitosi:
DefinirLa "anemico" con una emoglobina di 12,5 è un pò forzato, ancorchè sia maschio.
Indubbiamente i valori dei "volumi eritrocitari" sono sotto i limiti della norma, ma non in maniera drammatica.
Ciò può essere legato a una carenza di ferro, che si accerta con un dosaggio della ferritina e della transferrina attuali e non dello scorso anno e prima di iniziare qualunque terapia integrativa.
Nel caso di una Ferritinemia bassa e di una tranferrina elevata vanno escluse le possibili cause: essendo maschio e non perdendo sangue con il mestruo o lei assume poco ferro con la dieta, o lo assorbe male o vi è qualche fonte di stillicidio occulto.
Il Collega Curante certamente saprà districarsi nel ginepraio diagnostico.
Infine la condizione microcitemica potrebbe essere legata a un "trait" talassemico, innocuo per lei ma di cui è importante avere conoscenza. Se dovesse infatti concepire con una donna che ha il suo stesso "problema" potrebbe generare figli con Talassemia conclamata.
Questo quesito si risolve facilmente con una elettroforesi dell'Emoglobina che potrà prescriverle il curante.
In tal caso l'integrazione con sali di ferro per bocca potrebbe risultare superflua.
Spero di essere stato chiaro......
Saluti cordiali,
Caldarola.
[#5] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Ora cambierò medico per cambio residenza e farò presente tutto al nuovo medico e la ringrazio ancora.
Un'ultima cosa, prima ha scritto "pur non essendoci nessun rapporto tra anemia microcitica e test citati" è inteso che Hiv e anemia microcitica o sideropenica non sono legati, cioè la domanda corretta è: Hiv non causa anemia vero? (come ha risposto il Dottor Laino)
Mi perdoni se insisto ma così mi può tranquillizzare definitivamente Lei oltre all'esito del test. Grazie mille.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Guardi,
non so che cosa le abbiano risposto altri colleghi e non mi interessa.

Per l'ennesima volta le ribadisco che l'infezione da HIV non può essere responsabile di anemia microcitica e che l'anemia microcitica non può in alcun modo influire sul test per HIV, Ribadisco tuttavia l'invito ad indagare sulla sua microcitosi, come ampiamente illustratole nella replica #4 che la invito a leggere con attenzione.
Spero questa volta di essere stato chiaro in modo cristallino.
Cordialità,
Caldarola.
[#7] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
È stato chiarissimo e gentilissimo. Grazie e buona serata.
[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo,

Le confermo, visto che citava il mio scritto, che la presenza del virus HIV da sola NON è causa di anemia.

carissimi saluti

Dr Laino
www.latuapelle.it