Utente 846XXX
salve, ho 35 anni e mi è stata diagnosticata la sindrome wpw dalla nascita e sono sempre stato sotto controllo medico, ma essendo tale sindrome nel mio caso asintomatica non ho mai preso farmaci.
Adesso mi sono sottoposto ad una visita medica per assunzione come autista scuolabus e la dottoressa che mi ha visitato nonostante il parere diverso dei cardiologi, non mi ha dato l'idoneità al lavoro.
La mia domanda è questa: tale sindrome può veramente crear problemi nel lavoro? é tale da guistificare anche una parziale invalidità? i medici del lavoro hanno una lista nella quale sono scritte le malattie (nel mio caso sindrome wpw) a cui si devono riferire per decidere l'idoneità a lavoro oppure è dipende dal singolo medico?
Vi ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Stefano Bonomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
FROSINONE (FR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
No non esiste una lista nera, ma è necessario basarsi sui dati clinici obiettivi diversi da paziente a paziente, e seguire le linee guida oltre alla propria esperienza personale.
Se la collega ha esaminato la sua documentazione clinica e la ritenuta non idoneo ,non credo abbia sbagliato giudizio.
I conducenti di scuolabus hanno la responsabilità oltre che per se stessi dei bambini che trasportano, e casi analoghi hanno per mia esperienza avuto giudizi simli.
Lei comunque può fare ricorso presso la commissione ASl dove si trova l'azienda ,contro il giudizio di non idoneità.La esamina una commissione di medici che le darà un nuovo giudizio.
saluti
[#2] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore.
La sindrome di WPW è caratterizzata dalla presenza di fasci di fribre AGGIUNTIVE con capacità conduttive fra atrii e ventricoli.
Orbene, in condizioni normali quando si innescano delle aritmie a livello atriale, il nodo atrio-ventricolare non conduce tutti gli impulsi ai ventricoli, proteggendo il paziente da frequenze cardiache troppo elevate e a volte pericolose per la vita. nel suo caso essendoci questi fasci aggiuntivi il meccanismo di protezione viene a mancare. Così anche aritnie che normalmente sono solo fastidiose nel suo caso possono essere molto rischiose.
Quindi in questi casi è consigliabile, un esame elettrofisiologico del cuore ed eventualmente pensare all' Ablazione trans-cateterale con tecnica fluoroscopica.
( Ne parli con il suo cardiologo di fiducia )
Stabilito questo, si capisce la decisione della collega che molto prudentemente, avendo valutato i rischi per lei e per i bambini che avrebbe dovuto trasportare, non ha concesso l'idoneità.
Comunque Lei si può opporre alla valutazione del medico del lavoro della sua azienda.

Cordialmente La saluto.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Bonomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
ho ascoltato in merito il parere di un cardiologo mio amico . la sindrome di WPW può determinare aritmie cardiache che ovviamente possono essere pericolose e consigliare molta prudenza in mansioni come il trasporto di persone.
L'intervento di ablaziano delfascio accessorio è solitamnte risolutivo .
saluti
[#4] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore.
da quanto su esposto.
La valutazione del medico del lavoro della sua azienda.
La condivido pienamente, anche se Lei si può opporre a tale decisione, facendo ricorso entro trenta giorni.

Cordialmente La saluto
[#5] dopo  
Dr. Stefano Bonomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
FROSINONE (FR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
con il decreto 81/08 si è specificato da parte del legislatore che il medico competente non può eseguire visite preassuntive, ma solo preventive per chi è già assunto. E' comunque necessaria l'idoneità lavorativa alla mansione specifica che appunto non è stata data almeno pienamente nel suo caso . Può chiedere una revisione alla ASL competente per territorio dell'azienda.
saluti
[#6] dopo  
Utente 846XXX

Iscritto dal 2008
vi ringrazio delle risposte, ma la mia situazione clinica è leggrmente diversa.
Dopo vari esami tra cui SATE, holter, ecocolordoppler, test ergonometrico è venuto fuori che ho una pre eccitazione ventricolare intermittente asintomatica e con conduzione esclusivamente anterograda attraverso il nodo av se vengono provocate esternamente le fibrillazioni e bassa capacità conduttiva.

Può tutto questo cambiare il caso?

Comunque come ritorno a ripetere (so ce nessuno vuol mettere in dubbio il parere di colleghi) ma la dottoressa che mi ha visitato non ha tenuto conto di quanto detto dal cardiologo e non mi ha fatto fare approfondomenti vedi sate e test ergonometrico.


Grazie di nuovo
[#7] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Ripeto.
Lei comunque può fare ricorso entro 30 presso la commissione ASL dove si trova l'azienda ,contro il giudizio di non idoneità. Avvalendosi di tutti gli accertamenti effettuati e dalla cosulenza del cardiologo di fiducia. La esaminerà una commissione di medici che le darà un nuovo giudizio.
saluti.
[#8] dopo  
Dr. Stefano Bonomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Dato il tipo di patologia ritengo che la dotteressa che l'ha visitata abbia agito correttamente una idoneità alla mansione specifica nel suo caso è molto complessa , può comunque chiedere al suo cardiologo come risolvere il suo problema chirurgicamente se necessario e poi avere una idoneità completa.
saluti
[#9] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

In ogni caso deve presentare ricorso entro 30 giorni alla ASL territorialmente competente.