Utente 375XXX
SINTOMI: stanchezza continua, debolezza fisica, sanguinamento gengivale facile, continua formazione di catarro e facilità di influenza, ma soprattutto.... CONTINUI BORBOTTII (e DOLORI) INTESTINALI/DI STOMACO.
Non ce la faccio più.. Ho 21 anni e tutto ciò mi sta rovinando la vita.. È la terza volta che chiedo aiuto su questo sito, sto facendo visite su visite, sto seriamente iniziando a temere anche la convivenza con altre persone perché questi borbottii mi mettono in soggezione.
Vi prego, aiutatemi. Anche a pagamento, non è un problema, ma voglio uscire da questa situazione che mi sta letteralmente impedendo di vivere.
[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
una visita dal medico di famiglia l'ha fatta? Probabilmente le prescriverebbe degli esami del sangue banali.... si tratta di sintomi piuttosto aspecifici che potrebbero andare da un'anemia a chissà che. Ci dica che visite ha fatto.
[#2] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
In realtà è iniziato tutto nell'estate del 2014, una notte sono dovuto andare al pronto soccorso per questi dolori che erano diventati fortissimi.
Mi hanno fatto gli esami del sangue, l'elettrocardiogramma e la radiografia toracica: mi hanno dimesso dopo avermi somministrato un antidolorifico.
Siccome i dolori sono persistiti, ho continuato con le visite.
Ho fatto un'ecografia addominale completa, in seguito una visita gastroenterologica, una gastroscopia (che ho ripetuto qualche giorno fa, con biopsia dello stomaco e del duodeno).
Nel mezzo ho fatto anche una risonanza magnetica dell'addome..
Le allego le foto degli esami del sangue, non so più cosa fare.. I dolori persistono, anche di notte.. Mi sveglio facendo difficoltà a respirare. A volte mi prendono delle fitte improvvise e fortissime nell'area addominale.
La stanchezza e la debolezza fisica sono continue.. A 21 anni è un trauma per me tutto ciò.
Vi prego di aiutarmi..
Tra l'altro il sintomo più chiaro di tutto sono i persistenti borborigmi che mi impediscono anche di svolgere una vita sociale attiva, per l'evidente imbarazzo.
Ormai siamo nel 2016, la debolezza è sempre più accentuata, ho paura non tanto di aver qualcosa, ma di aver qualcosa che non si sappia identificare nello specifico.
Grazie in anticipo per l'aiuto..