Utente 236XXX
Salve
A seguito di un forte mal di schiena, avuto in estate dopo aver frequentato spiagge con lettini di plastica ed aver dormito su di un materasso molle disallineato (non è chiaro se è la causa o solo il motivo scatenante una patologia già in essere) la risonanza ha evidenziato solo una Ipertrofia dei massicci articolari e altro nella norma.
Ho eseguito visita ortopedica a seguito della quale ho preso antinfiammatori (prima brufen poi enantium) eseguito 8 lezioni di fisioterapia posturale felden klis e iniziato dieta più busto ortopedico rigido.
Tutto ciò ha portato ad un iniziale benessere ma poi ho ripreso ad avere lo stesso problema. Successivamente mi è stata consigliata la teckar e sono alla seconda seduta ma per dormire non posso fare a meno della antinfiammatorio che in ogni caso mi sta riacutizzando le emorroidi.

La mia domanda mira a capire se per tale patologia l iter è corretto , se manca qualcosa, e comunque se di questa ipertrofia possa rientrare e le articolazioni riprendere la forma standard.
Più mi dite più mi rendo conto meglio della patologia.
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'ipertrofia dei massicci articolari è in genere espressione dell'artrosi e comunque non ha nessuna possibilità di ridursi, per cui le articolazioni non potranno in nessun modo "riprendere la forma standard". Non è possibile esprimere un giudizio sul trattamento perché è impossibile decidere una terapia a distanza senza aver interrogato, ascoltato e visitato il paziente (aggiungo che la Legge e il Codice Deontologico vietano espressamente di fare diagnosi on line e di conseguenza anche di prescrivere terapie). Se le cure prescritte non hanno il risultato sperato la sola cosa da fare è tornare dallo stesso specialista perché rivaluti diagnosi e terapia. Questo è preferibile piuttosto che cambiare specialista, perché così ricomincerebbe tutto da capo. Se non è soddisfatto però può acquisire un secondo parere facendosi visitare da un altro ortopedico ancor più esperto del primo.
Cordiali saluti