Utente 200XXX
Buongiorno ho 44 anni svolgo un lavoro impiegatizio abbastanza sedentario e da circa 5 anni soffro di palpitazioni. Di recente ho effettuato all'incirca gli stessi esami fatti anni fa e vale a dire elettrocardiogramma e eco cardiogramma e in aggiunta esame specifico per la tiroide. Ma fortunatamente i risultati non hanno evidenziato anomalie particolari. C'è da aggiungere che il mio peso è elevato collocandomi a limite del l'obesità. Il cardiologo mi ha aumentato il dosaggio di Seloken vista la mia ipertensione essenziale e mi ha consigliato dieta ipocalorica. Vorrei un vostro parere sulla mia situazione generale e se ci sono accorgimenti per ridurre drasticamente queste palpitazioni che in quest'ultimo periodo si sono ripresentate con più insistenza. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il Seloken e' un ottimo beta bloccante, dovrebbe funzionarle , anche se non ha scritto che dosaggio lei assuma.
Non e' ben chiaro cosa lei intenda per palpitazioni (battito irregolare o solo veloce? che frequenze ha calcolato, ). C'e' o meno un nesso con situazioni di stress o sono improvvise sia come insorgenza che come remissione?
Ha fatto bene ad eseguire il dosaggio degli ormoni tiroidei.

Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Salve dott. Cecchini la ringrazio per la risposta e aggiungo solo altri dati mancanti nella richiesta precedente. Il dosaggio di Seloken è di mezza compressa 3 volte al dì. Per quanto riguarda la sensazione avvertita relativamente alle palpitazioni è più che altro di un sobbalzo al centro del petto e a volte invece vere e proprie pulsazioni al petto nella parte destra con successiva sensazione di sudorazione. Per quanto riguarda lo stress devo sicuramente ammettere che ultimamente soprattutto in ambito lavorativo ho avuto periodi alquanto impegnativi con conseguente perdita di sonno notturno. A tal proposito volevo anche riferire del fenomeno delle palpitazioni anche al risveglio diurno al mattino presto soprattutto quando cerco di riaddormentarmi. Infine per quanto riguarda la tempistica delle palpitazioni posso dire che sono improvvise e con altrettanta velocità scompaiono e si manifestano soprattutto a riposo da seduto o da sdraiato. Detto questo dottore volevo sapere se è il caso che io mi sottoponga ad ulteriori esami specifici e se il calo ponderale del peso e l'intensificazione dell'attività fisica possono alla lunga portare dei benefici significativi. La ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà' gentilmente concedermi e auguro a Lei e a tutto lo staff un buon anno.
Sergio da Torino
[#3] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera volevo sapere se si può dare seguito alla mia richiesta del 3 gennaio 2016 dopo la risposta fornita sempre il 3 gennaio 2016 da parte del medico dello staff che mi aveva richiesto altre informazioni per completare la consulenza . Grazie
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non vedo alcun suo post di tipo csrdiologico nella cronistoria
arrivederci